Pepe Reina fa i complimenti a Sarri, giudicata una persona che non le manda a dire e che “parla con il cuore”.

Il portiere del Napoli ha rilasciato una intervista a Radio Kiss Kiss: “E’ presto per fare paragoni con Benitez e Guardiola. Quel che posso dire è che Sarri è un allenatore in grado di arrivare alla testa ed al cuore dei calciatori. E’ uno che non ha timore di dire le cose in faccia, una qualità che apprezzo molto”.

Sarri ha saputo conquistarsi la fiducia del gruppo”, ha continuato Reina “ha dimostrato di essre un big della panchina. E’ un grande motivatore”.

Dove può arrivare questo Napoli: “Vincere è difficile sempre, in Italia poi quest’anno c’è un campionato molto equilibrato. Cercheremo di restare nel gruppo che sta davanti, poi si vedrà”.

Punto di forza degi azzurri è, a sorpresa visto quanto accaduto nell’era Benitez, la difesa: “Stiamo facendo un buon lavoro” commenta il portiere “in questa prima parte della stagione abbiamo subito pochissimo ed è importante perché poi in attacco abbiamo tanta qualità”.

“La solidità in difesa ci aiuta molto. Stiamo lavorando in ogni reparto con la giusta intensità, i risultati ci stanno premiando e noi puntiamo ad andare avanti così”.

Reina e l’amore per Napoli: “Sono innamorato di questa città, anche la mia famiglia è felice. Il ritorno è stata una scelta di cuore, i nostri tifosi sono fantastici e meritano tante soddisfazioni”.

Verona-Napoli, Reina non si fida della crisi della squadra di Mandorlini: “Giocheremo in un ambiente molto caldo. La squadra vuole uscire dalla crisi e farà di tutto per salvare l’allenatore. Dopo le soste le partite non sono mai facili, noi ci dobbiamo far trovare pronti e concentrati sin dal primo minuto”.

Finale sugli attentati di Parigi: “Sono cose molte brutte, immagini che non si dimenticano. Dobbiamo fare tutti di più per la nostra sicurezza”.