Rafa Benitez sempre più lontano da Napoli. Il tecnico spagnolo si appresta asedere per le ultime due volte sulla panchina azzurra. per lui futuro in oltremanica, con Newcastle, Liverpool e West Ham in pole position. Difficile che si concretizzi l’opportunità Real Madrid, dove la squadra ha chiesto a gran voce la conferma di Carlo Ancelotti.


Valzer delle panchine in Serie A: la situazione

Il Napoli e Mihajlovic sembrano sempre più vicini. Sembrano. Perché, a quanto pare, Aurelio De Laurentiis si fa venire dubbi sul serbo ad ogni sconfitta della Sampdoria.

Ecco perché il triennale da 2,5 milioni a stagione che legherebbe Sinisa al club azzurro, potrebbe non essere mai firmato. Ieri, inoltre, Ferrero ha ribadito l’intenzione di trattenere l’allenatore. “Resterà con noi al 70%”, ha dichiarato il vulcanico presidente blucerchiato.

L’altrettanto impetuoso De Laurentiis, si è fatto fare le carte da Quilon, manager di Benitez, di Reina e non solo. “Ok, va via Benitez, Mihajlovic non mi convince del tutto. Suggerimenti?“, pare abbia chiesto il patron azzurro.

Quilon non ci ha pensato su due volte ed ha tirato fuori quello che è ormai noto come ‘Piano B’. Ovvero l’approdo a Napoli del duo che ha fatto le recenti fortune del Siviglia e composto dall’allenatore Unai Emery e dal direttore sportivo Ramón Rodríguez Verdejo, meglio conosciuto come Monchi. Nomi che solleticano la fantasia di De Laurentiis, così come quelli di Montella e Klopp.

In queste settimane il presidente partenopeo è impegnato anche sul fronte Ds. Difficile che lo strappo con Riccardo Bigon possa essere ricucito.

Il figlio di Alberto (che dalla panchina guidò il Napoli del secondo tricolore) offuscato dalla verve presidenziale, vorrebbe ritagliarsi uno spazio maggiore, che potrebbe trovare all’Hellas Verona.

Viaggio inverso potrebbe fare Sean Sogliano. Altro candidato è Gianluca Grava, attuale responsabile del settore giovanile. Per lui promozione in arrivo, difficile però che vada ad occupare la poltrona di ds. “Mi ha detto che vorrebbe fare due-tre anni di esperienza accanto ad una figura già scafata in quel ruolo”, ha svelato l’ex portiere Gennaro Iezzo.

Ecco allora che Grava potrebbe, magari da team manager, affiancare un personaggio come Giorgio Perinetti, Franco Baldini o Pietro Lo Monaco. Non si esclude che De Laurentiis scelga il colpo a sorpresa, magari affidando la poltrona di ds ad un ex calciatore che conosca bene la piazza: Fabio Cannavaro e Andrea Carnevale potrebbero esssere, in tal senso, i nomi buoni.

Il borsino

Allenatore: 60% Mihajlovic, 20% Emery, 10% Montella, 5% klopp, 5% Benitez
Direttore Sportivo: 40% Sogliano, 30% Franco Baldini, 10% Fabio Cannavaro, 10% Andrea Carnevale, 10% Riccardo Bigon.