Arek Milik parla dal ritiro della nazionale polacca a pochi giorni della sfida che vedrà la squadra allenata dal commissario tecnico Nawalka affrontare in trasferta il Montnegro (domenica, 20.45), in 90 minuti che molto potrebbero dire rispetto alla vetta del gruppo E.

“Sto bene, nessuno ha messo a rischio la mia salute ed il mio rientro non è stato affatto affrettato. I medici che mi hanno avuto in cura hanno svolto un ottimo lavoro”, le parole di Arek Milik in una intervista rilasciata al quotidiano polacco ‘Przeglad Sportowy’. “Capisco le scelte del mio allenatore Maurizio Sarri, perché quando le cose girano per il verso giusto risulta anche difficile poter cambiare le cose”.

“Mertens ha occupato la mia posizione e sta facendo benissimo. Io devo lavorare tanto per poter recuperare il mio posto. Accetto la situazione, per adesso… E’ chiaro che io voglio giocare sempre, vivo per quello. Il mio ginocchio sta bene, sono passati cinque mesi dall’intervento e sento di essere al pari con i miei compagni del Napoli. Adesso devo solo migliorare”.

“I segreti per accorciare i tempi di reupero? Mi ha aiutato molto l’aver allestito una palestra in casa. Ho investito su me stesso ed i risultati li ho avuti”.