E’ tutto pronto. Il San Paolo questa sera, alle ore 20,45, ospiterà la gara Napoli-Milan, anticipo della 23esima giornata di serie A. La compagine rossonera non è la stessa di sempre, per qualità ed equilibrio. Tante le vicende che si sono intervallate nella società. Tanti gli incontri e scontri nell’ambito dirigenziale, con una squadra e dei risultati ben lontani da quelli ottenuti fino a qualche tempo fa. Un mercato rivoluzionario e l’addio di Allegri per l’arrivo in panchina di Seedorf (per approfondimenti clicca qui) hanno cercato di riportare l’ordine venuto meno e di permettere ai rossoneri di ritrovare la quadratura del cerchio. Anche il Napoli ha avuto trascorsi non felici, ma fa tutto parte di tempi non recenti, considerata la crescita gradata ma esponenziale avuta dalla compagine partenopea con l’avvento di De Laurentiis e del suo staff. La partita di questa sera è molto complessa. C’è la voglia di riscatto del Milan. C’è la volontà del Napoli di dare un calcio alla negatività degli ultimi match (clicca qui per gli ulteriori approfondimenti). Con la sconfitta ad opera della Roma in Coppa Italia (per i dettagli leggi qui), che paradossalmente  può invertire la rotta sbagliata presa dagli azzurri, i campani devono guardare nuovamente ai tre punti, e complice può essere la roccaforte di Fuorigrotta. I precedenti tra le due squadre in casa del Napoli sono abbastanza equilibrati: 75 i confronti, di cui 27 vittorie dei padroni di casa, 27 del Milan e 21 pareggi. Sono ben 84 i goal dei partenopei sui 90 dei rossoneri, con l’ultima vittoria del Napoli datata 8 settembre 2011 per il risultato di 3-1 (goal di Aquilani e tripletta di Edinson Cavani). La gara sarà diretta dall’arbitro Massa di Imperia, il quale ha diretto gli azzurri una sola volta in trasferta contro il Bologna l’8 maggio 2013 (match conclusosi con la vittoria dei partenopei per il risultato di 0-3).

Benitez (foto by Infophoto) opererà qualche cambio nel suo 4-2-3-1, in vista della semifinale di ritorno in Coppa con la Roma della prossima settimana. Davanti a Reina, la linea difensiva dovrebbe essere formata da Maggio, Fernandez, Albiol e Ghoulam. A centrocampo dovrebbe vedersi la coppia svizzera Inler-Dzemaili, ma non è detto che non possa essere schierato Behrami, considerato il recupero del giovane. In attacco Callejon, Hamsik e Mertens dovrebbero far capolino alle spalle di Higuain.

Seedorf invece ha vari dubbi. Anche per il tecnico del Milan  ci dovrebbe essere un 4-2-3-1 con Abbiati tra i pali ed un reparto arretrato formato da Emanuelson, Mexes, Rami e De Sciglio. A centrocampo dovrebbero esserci Essien e De Jong (quest’ultimo sembra essere favorito su Muntari), mentre in attacco sono certi Robinho e Taarabt alle spalle di Balotelli. Kakà invece non è al meglio, probabile che nel suo ruolo venga spostato Montolivo.

 

 

Napoli (4-2-3-1): Reina; Maggio, Fernandez, Albiol, Ghoulam; Inler, Dzemaili; Callejon, Hamsik, Mertens; Higuain. All. Benitez.

Milan (4-2-3-1): Abbiati; Emanuelson, Mexes, Rami, De Sciglio; Essien, De Jong; Robinho, Kakà, Taarabt; Balotelli.

A cura di Maria Grazia De Chiara