Dries Mertens rinnova con il Napoli. Manca solo l’ufficialità, ma il lungo tira e molla tra il belga ed il club partenopeo si è felicemente concluso ieri, al termine di una riunione fiume di 9 ore negli uffici della Filmauro a Roma, dove il presidente De Laurentiis ha incontrato gli agenti dell’attaccante.

Il Napoli ha accettato molte delle richieste del calciatore. Il contratto sarà allungato fino al 2020 e non fino al 2021 con un ingaggio da 4 milioni di euro l’anno e clausola da 28 milioni di euro valida solo per l’estero.

Una mossa che da un lato è volta a non ripetere un altro caso Higuain e dall’altro rappresenta una scappattoia per il calciatore, che vuole tenersi una porta aperta verso esperienze in altri campionati, magari extracontinentali (è probabile che i miunifici club cinesi non si faccino problemi a versare 28 milioni di euro per un calciatore che nel 2018 avrà 31 anni).

Secondo quanto riferito da Il Mattino, ieri i telefoni dei manager del belga erano bollenti, tempestati dalle chiamate del calciatore che da Castelvolturno e da Napoli s’informava costantemente sull’andamento della riunione.

Dries Mertens è nato a Lovanio il 6 maggio 1987. E’ a Napoli dal 2013, proveniente dal Psv Eindhoven. In azzurro ha un totale di 182 presenze ed 85 gol. Nel campionato in corso ha messo a segno 25 reti ed ha la possibilità di strappare il titolo di capocannoniere.