Aurelio De Laurentiis ha predicato calma, alla vigilia di questo Napoli-Marsiglia fondamentale per il raggiungimento dell’appendice primaverile della Champions League azzurra. “In Francia ci hanno trattato male, ma noi dobbiamo accogliere i tifosi avversari con il sorriso, abbiamo il dovere di essere ospitali“, ha dichiarato il numero uno azzurro a Radio Kiss Kiss, dimostrando ancora una volta di vederci lungo: eventuali intemperanze da parte dei tifosi potrebbero costare la squalifica del San Paolo per la decisiva sfida contro l’Arsenal.

Ovviamente, c’è tempo per pensare alla gara con i Gunners, e anche a quella con la Juventus in programma domenica sera. La squadra di Benitez deve concentrarsi unicamente sul match di questa sera, perché l’equilibrio imperante del girone costringe Hamsik e compagni a portarsi a casa i tre punti contro una squadra che non ha più molto da chiedere a questa Champions League e, possibilmente, irrobustire la differenza-reti. Don Raffaè conta qualche cerotto di troppo per ciò che riguarda il reparto difensivo, stanti le assenze per infortunio di Britos, Zuniga e Mesto: e così, con il ritorno di Paolo Cannavaro al centro della difesa dopo i recenti disastri, sulle fasce il tecnico spagnolo opterà per la coppia obbligata Maggio-Armero. In mediana rientra Inler accanto a Behrami, mentre in attacco, con gli intoccabili Higuain, Hamsik e Callejon, sembra favorito Mertens (foto by InfoPhoto) su Insigne.

NAPOLI (4-2-3-1): Reina; Maggio, Cannavaro, Albiol, Armero; Behrami, Inler; Callejon, Hamsik, Mertens; Higuain. All. Benitez

MARSIGLIA (4-2-3-1): Mandanda;  Abdallah, Diawara, N’Koulou, Mendy; Imbula, Romao; Payet, Ayew, Valbuena; Gignac. All. Baup