Conferenza di presentazione a Dimaro di Kalidou Koulibaly. Il giovane difensore, neo acquisto del Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni nella sede del ritiro estivo della squadra campana approfondendo vari argomenti e sottolineando i suoi obiettivi.

«Ho avuto offerte da varie squadre ma quando ho ricevuto la chiamata di Benitez non ho avuto dubbi. Il Napoli ha una storia prestigiosa ed è un grande club, poi ad un tecnico così non puoi dire di no. Il mister mi chiamò già a gennaio per esprimermi il suo interesse, proprio per questo voglio affrontare il ritiro con fiducia ed entusiasmo. Io ho giocato nel campionato belga, so che è diverso da quello italiano, cercherò quindi di mettere in pratica tutti gli insegnamenti e le direttive di Benitez. Voglio mettermi completamente nelle sue mani.

Da giovanissimo ho giocato anche a centrocampo, ma sono e resto un difensore. I miei modelli sono David Luiz e Thiago Silva, non voglio snaturare le mie caratteristiche ma sono consapevole del fatto che in Italia ci siano attaccanti forti e molto furbi, per cui mi adatterò e darò il massimo. Calcio con entrambi i piedi e questo potrebbe aiutarmi sia se Benitez mi schieri a destra che a sinistra.

Sono molto ambizioso, il Napoli può mettermi bene in evidenza anche con la Nazionale. Da quando sono arrivato hanno cercato tutti di darmi una mano per ambientarmi. Al momento il compagno con cui ho legato di più è Jorginho, che è anche in stanza con me. Insigne invece è simpaticissimo, scherziamo molto.

Mi piacerebbe avere il numero 25, che è il primo che ho avuto. Non sono scaramantico ma religioso. Credo nel lavoro ma anche nella fede, sono convinto che certe cose che devono capitare non possono essere controllate da noi. Sono arrivato a Napoli per vincere. Sogno lo scudetto. Napoli è fantastica, non capisco chi rifiuti di venire a giocare in una città così bella».

(immagine di copertina by twitter SSC Napoli; fotogallery by Infophoto)