Mentre il Napoli sta cercando di rinforzare l’organico per mettere nelle mani di Sarri una squadra ancor più competitiva di quella della passata stagione cercando in primis di puntellare la difesa (sfumato Vrsaljko, sempre più intenzionato a chiudere con l’Atletico Madrid, si sta lavorando per Fabinho del Monaco), proprio dalla difesa giungono segnali preoccupanti poiché uno dei pilastri del sistema difensivo sarriano, ovvero Kalidou Koulibaly, sembra aver manifestato l’intenzione di lasciare il club partenopeo.

Intervistato dalla testata francese L’Equipe Koulibaly si è soffermato sulla scelta di giocare per la sua nazione d’origine, il Senegal (attualmente è infatti impegnato nelle qualificazioni per la prossima Coppa d’Africa), nonostante le lusinghe di un posto da titolare offertogli da Deschamps nella nazionale francese agli Europei, parlando senza mezzi termini anche di un probabile addio al Napoli: “Mi restano ancora tre anni di contratto con il Napoli dopo aver disputato due annate positive e ci sono delle offerte sul tavolo. Io farò semplicemente la cosa che mi favorirà di più, non solo dal punto di vista economico ma soprattutto sotto il profilo sportivo. Molti club di alto livello mi vogliono e io dal Napoli non ho ricevuto alcun segnale. La negoziazione per il rinnovo è giunta a un punto morto. Il club non ha mai voluto discutere con noi, quindi ho l’impressione che partirò“.

Lo scenario descritto dal difensore transalpino è molto chiaro poiché la richiesta d’aumento d’ingaggio avanzata dal giocatore (che percepisce attualmente 800 mila euro all’anno) è in una situazione di stallo con il procuratore Bruno Satin e la società che non hanno ancora trovato un accordo e Koulibaly che rincara la dose: “Il Napoli non si fa vivo e io ho dei club che mi vogliono mentre loro sono scomparsi. Se dovrò andar via lo farò, anche se so cosa devo al Napoli e ai suoi tifosi“.

Non è certo un mistero che il Chelsea di Conte dopo l’infortunio di Rüdiger abbia virato proprio sul centrale del Napoli: ”Voglio salire ancora di un gradino – ha proseguito Koulibaly – e lo potrei fare probabilmente all’estero. Non ho ancora parlato con Conte, ma presto potrei farlo. Se a Napoli non accadrà nulla, comincerò a mettermi in contatto con gli altri club. Io spero che il Napoli mi dia qualche segnale, altrimenti dovrò valutare le altre soluzioni. Il club vuole anche guadagnare dei soldi“.