La madre di tutte le sfide è in procinto di essere disputata.

Napoli-Juventus non è mai una gara come tutte le altre, anche se il distacco in classifica tra le due compagini è notevole: ben 20, infatti, i punti che separano l’una dall’altra in un campionato che si accinge a decretare i bianconeri sovrani incontrastati anche in questa stagione.

Nessun commento per Antonio Conte, tecnico dei piemontesi.

Un’esortazione ad una prova di intensità e qualità, invece, per il tecnico dei partenopei Rafa Benitez, che nella conferenza stampa di presentazione della gara ha avuto un cipiglio alquanto positivo, ribadendo che in una sfida secca tutto può succedere (leggi qui le sue dichiarazioni).

Anche il presidente Aurelio De Laurentiis si è mostrato alquanto ottimista sottolineando le proprie buone sensazioni e cercando di caricare la propria squadra nel giusto modo (per le sue dichiarazioni clicca qui).

C’è da dire che la gara di questa sera, in programma al San Paolo alle ore 20,45 e valevole come posticipo della 31esima giornata di serie A, è di vitale importanza per gli azzurri.

A prescindere dalla rivalità tra le due tifoserie, è importante conquistare i tre punti alla luce della vittoria della Roma contro il Sassuolo.

I capitolini salgono a +9 dai campani, i campani non possono più sbagliare se vogliono ancora credere ad un ipotetico secondo posto.

I precedenti in casa del Napoli sono 77 dei quali 71 in campionato, 4 in Coppa Italia, una in Coppa Uefa e una in Supercoppa italiana. I partenopei hanno conquistato 26 vittorie sulle 22 della Juventus e 29 pareggi. L’ultimo trionfo per gli azzurri è datato gennaio 2011 per il risultato di 3-0 con tripletta di Cavani. L’ultimo pareggio è più recente: marzo 2013 per il risultato di 1-1 con reti di Chiellini e Inler. L’ultima vittoria dei bianconeri, invece, risale al settembre 2000 per il risultato di 1-2 con goal di Stellone, Kovacevic e Del Piero.

La gara sarà diretta da Orsato di Schio, che tra A e B ha 18 precedenti con il Napoli (quattro vittorie, otto pareggi e sei sconfitte).

Il match sarà visibile in diretta tv su Sky Calcio 1, Sky Sport 1 e Madiaset Premium Calcio. Disponibile una copertura televisiva su territorio mondiale. La diretta radiofonica potrà essere ascoltata su Radio Kiss Kiss Italia.

Benitez ritrova Ghoulam dopo la squalifica e Mertens recuperato dall’infortunio di qualche settimana fa (per approfondimenti leggi qui). In campo dovrebbe vedersi il suo consueto 4-2-3-1 con Reina tra i pali ed una linea difensiva composta da Fernandez e Albiol centrali, Ghoulam ed Henrique laterali. A centrocampo la coppia Inler-Jorginho mentre in attacco dovrebbero esserci Callejon, Hamsik (favorito su Pandev) ed Insigne alle spalle di Gonzalo Higuain. Mertens potrebbe entrare a partita in corso.

Conte, invece, arriva a Napoli senza Ogbonna, Peluso e Barzagli infortunati e deve fare a meno di Tevez squalificato. Il suo 3-5-2 vedrebbe Buffon tra i pali ed un reparto arretrato formato da Caceres, Bonucci e Chiellini. A centrocampo Lichtsteiner (non è escluso possa sedere in panchina per lasciare spazio ad Isla), Pogba, Pirlo, Vidal (che potrebbe però riposare a vantaggio di Marchisio) e Asamoah. In attacco la coppia Osvaldo-Llorente.

NAPOLI (4-2-3-1): Reina, Henrique, Fernandez, Albiol, Ghoulam; Jorginho, Inler, Callejon, Hamsik (foto by Infophoto), Insigne, Higuain. All. Benitez

JUVENTUS (3-5-2): Buffon, Caceres, Bonucci, Chiellini, Lichtsteiner, Pogba, Pirlo, Vidal, Asamoah, Osvaldo, Llorente. All. Conte