Napoli-Inter 2-1. In gol due volte Higuain e Ljajic. Azzurri primi, belli e fortunati quando i nerazzurri, seppur in dieci uomini per più di un tempo, vanno vicinissimi al clamoroso 2-2 sbattendo due volte contro il palo. Con Jovetic (92′) e Miranda su azione susseguente.

Napoli-Inter 2-1, la cronaca

Il Napoli va in campo con la formazione tipo, ma Sarri deve rinunciare a Gabbiadini e Mertens. Mancini non ha Kongodbia e schiera la formazione che ha battuto il Frosinone. Unica eccezione, Icardi al posto di Jovetic.

Il Napoli va subito in vantaggio. Dopo un minuto Callejon raccoglie una corta respinta di Murillo, serve Higuain che fulmina Handanovic con un destro al fulmicotone.

L’Inter sembra in bambola. Il ritmo del Napoli, la bolgia del San Paolo. i nerazzurri sono annichiliti e soffrono soprattutto a centrocampo, dove Hamsik e Allan non lasciano scampo ai dirimpettai Guarin e Brozovic.

Jorginho dirige bene i lavoro in mezzo al campo dimostrando di essere da Nazionale. Sul finrie del primo tempo Nagatomo abbatte Allan e guadagna il secondo cartellino giallo. Inter in dieci.

I nerazzurri solo due minuti prima si eranofatti vedere per la prima volta in maniera pericolosa dalle parti di Reina: Perisic manda di poco a lato al termine di una bella azione.

Nella ripresa, Mancini decide di restare a 4 detro inserendo Telles al posto di Icardi.

Occasione per Allan poi Higuain fa due a zero: colpo di testa di Albiol, parabola che trova lo scatto dell’argentino che scatta in mezzo a Miranda e Murillo e spara a rete per il raddoppio.

Tutto finito? Neanche per idea perché il Napoli ha la sindrome da braccino corto, mentre i nerazzurri si catapultano in avanti senza più i timori del primo tempo.

I risultati si vedono subito. Azione personale di Ljajic e gol del 2-1. Finale da perdita di anni e anni di vita per i tifosi del Napoli.

L’Inter colpisce due legni. Colpo di testa di Jovetic (subentrato a Perisic) e palo alla sinistra di Reina, poi ecco Miranda: altra zuccata, mano del portiere spagnolo e palla ancora sul montante, stavolta alla sua destra.

La partita termina qui. Il Napoli supera l’Inter e balza al comando. Mancini schiuma rabbia ed a fine partita se la prende con l’arbitro per l’espulsione di Nagatomo.

Napoli-Inter 2-1, il tabellino

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik (dal 35′ s.t. David Lopez); Callejon (dal 42′ s.t. Maggio), Higuain, Insigne (dal 25′ s.t. El Kaddouri). (Rafael, Gabriel, Strinic, Henrique, Valdifiori, Dezi, Chiriches, Chalobah, Luperto). All. Sarri
INTER (4-3-3): Handanovic; D’Ambrosio, Miranda, Murillo, Nagatomo; Guarin (dal 16′ s.t. Biabiany), Medel, Brozovic; Perisic (dal 38′ s.t. Jovetic), Icardi (dal 1′ s.t. Telles), Ljajic. (Carrizo, Juan Jesus, Dodò, Palacio, Montoya, Ranocchia, Gnoukouri, Melo, Manaj). Al. Mancini.
ARBITRO: Orsato di Schio
MARCATORI: Higuain (N) al 2′ p.t.; Higuain (N) al 17′, Ljajic (I) al 22′ s.t.
NOTE: espulso Nagatomo (I) al 44′ p.t. per doppia ammonizione. Ammoniti Koulibaly (N), Hysaj (N), Allan (N), Guarin (I), Callejon (N) per gioco scorretto

Napoli-Inter 2-1, il video