Il Napoli è a Berna. Nel tardo pomeriggio, la squadra si è allenata sostenendo la seduta di rifinitura. La compagine ha svolto un lavoro finalizzato al possesso palla e di seguito tecnico tattico. La chiusura ha visto una partitella a campo ridotto sul sintetico dello Stade de Suisse. Temperature rigide.

I convocati sono Rafael, Andujar, Contini, Maggio, Mesto, Albiol, Henrique, Koulibaly, Ghoulam, David Lopez, Inler, Jorginho, De Guzman, Callejon, Insigne, Hamsik, Mertens, Michu, Duvan, Higuain.

Il gruppo dovrà disputare nella giornata di domani, alle ore 19,00,  la partita con lo Young Boys valida come terza giornata di Europa League. A dirigerla sarà il  francese Bouquet.

Della gara hanno parlato Rafa Benitez e Gokhan Inler (foto by Infophoto). Per il centrocampista è una partita speciale essendo nato proprio in Svizzera.

«Per me è una gara particolare. Loro sono abituati sul sintetico, in casa giocano bene. Ci sono oltre 20 mila biglietti venduti, la squadra è giovane e l’ambiente sarà caldo. Chi partirà titolare? Jorginho sa palleggiare bene, ha giocato più avanti, l’importante è che la squadra giri.

Lo Young Boys? Seguo le squadre svizzere e il loro campionato, non sarà una gara semplice. Noi siamo motivati, vogliamo proseguire questo percorso. Dobbiamo vincere. Il terreno di gioco? Loro ci sono abituati. Il pallone  rimbalza poco, il pallone va più veloce del solito per cui bisogna giocare semplice e con molta tecnica.

Le critiche su di me? So dove posso migliorare e vado avanti con tranquillità. Parlo spesso con il mister, l’importante è la squadra. Contro l’Inter? Eravamo due volte in vantaggio, abbiamo commesso degli errori. La partita finisce solo quando l’arbitro fischia, bisogna chiuderla. Quel pareggio è amaro ma abbiamo parlato con il mister e compreso gli errori».