Dopo la splendida vittoria ai danni del Verona sul campo del San Paolo, il Napoli si è rimesso al lavoro. I partenopei stanno preparando il prossimo appuntamento di campionato che li vedrà protagonisti con l’Atalanta mercoledì 29 ottobre, turno infrasettimanale.

La squadra ha svolto riscaldamento per poi dividersi in due gruppi: chi ha giocato contro il Verona ha praticato corsa ed esercizi di scarico; i restanti uomini della rosa, invece, hanno svolto una seduta tecnica con sfide individuali uno contro uno e due contro due su campo piccolo. Di seguito, partitella in famiglia ed esercitazioni su palle da fermo.

La compagine si allenerà nuovamente domani mattina  per poi partire per Bergamo.

Miguel Angel Britos ha svolto in parte  seduta col gruppo, in parte lavoro personalizzato.

Più complessa la situazione di Juan Camilo Zuniga (foto by Infophoto), che oggi è stato visitato dal prof. Mariani a Villa Stuart. Il colombiano, accompagnato dal dott. D’Andrea, si è sottoposto ad un controllo a seguito dell’infortunio al ginocchio destro.

La diagnosi iniziale è stata confermata: si tratterebbe infatti di un trauma distorsivo per il quale l’esterno dovrà lavorare in modo differenziato per un determinato periodo di tempo.

Scatta intanto la diffida per Jorginho: il centrocampista del Napoli è stato ammonito durante la gara con i veneti  ed è entrato a far parte della lista dei calciatori diffidati diramata dal Giudice Sportivo. Il giocatore, dunque, non farà parte della trasferta di Bergamo.

Sarà presente invece  David Lopez, il centrocampista tanto bistrattato dalla platea partenopea. Dopo i primi malumori dovuti al suo arrivo al contrario di una differente tipologia di acquisto, lo spagnolo è riuscito a conquistare la fiducia del pubblico a suon di discrete prestazioni. Pochi gli interventi sbagliati. Sempre presente quando venga chiamato in causa. Attento e preciso, il giocatore ha smentito le premesse divenendo quasi insostituibile per Rafa Benitez.