Il presunto trasferimento di Gonzalo Higuain dal Napoli alla Juventus è una delle telenovele che ci accompagnerà per tutte le state, che ogni giorno si arricchisce di un nuovo capitolo. Se negli scorsi giorni Aurelio De Laurentiis aveva categoricamente smentito una trattativa con i bianconeri (a meno che non avessero pagato la clausola rescissoria di 94,7 milioni di euro, ovviamente), mettendo anche con le spalle al muro l’attaccante («Se andasse alla Juve sarebbe un tradimento»), è anche vero però che il numero uno degli azzurri e l’argentino non si sono ancora parlati dall’inizio di questa vicenda.

Il presidente del Napoli ha garantito che il giocatore sarà regolarmente in ritiro con la squadra a Dimaro: è atteso per il 25 luglio, dove ad aspettarlo ci sarà proprio il numero uno del club partenopeo. Sarà l’occasione per fare un po’ di chiarezza e provare a gettare alcune basi per il futuro…  ovviamente sempre che il giocatore si presenti. Stando a quanto rivela Calciomercato.com, Higuain non avrebbe alcuna intenzione di rispondere alla chiamata del Napoli: l’argentino avrebbe dunque deciso di rompere definitivamente con il club di De Laurentiis, non presentandosi in ritiro. Per farlo, potrebbe chiedere un permesso o sfruttare un certificato medico (come fece anni fa Emerson con la Roma, quando puntò i piedi per farsi vendere proprio alla Juventus). L’idea del Pipita sarebbe quella di presentarsi direttamente a Napoli a inizio agosto, evitando così l’assalto dei giornalisti che potrebbe trovare in Trentino, sede del ritiro azzurro.

Un’altra ipotesi, altrettanto verosimile, è che l’argentino e il presidente possano incontrarsi in una località vicino Dimaro in gran segreto, per sfuggire al clamore mediatico che si è creato – inevitabilmente – attorno a questa vicenda. Non sarebbe la prima volta che i due s’incontrano in un posto segreto e lontano da occhi indiscreti: lo fecero anche lo scorso anno in quel di Venezia, dove avrebbero discusso di un rinnovo contrattuale che evidentemente non c’è mai stato. Aspettiamo ora di vedere le nuove reazioni delle parti in causa, ma una cosa è certa: questa telenovela ci accompagnerà ancora per parecchio tempo.