Ieri cena natalizia per il Napoli, freschi di accesso ai quarti di finale di Coppa Italia, gli azzurri si sono lasciati andare ad una serata di baldoria.

Prima dell’ormai tradizionale appuntamento di Villa D’Angelo, Higuain ha partecipato alla presentazione del calendario 2016 del Calcio Napoli.

L’argentino si è soffermato sulla corsa scudetto: “Possiamo aspirare alla conquista del titolo, lo abbiamo dimostrato. Il principale rivale del Napoli non è l’Inter e neanche la Juventus, ma noi stessi perché se giochiamo al nostro livello non abbiamo antagonisti”.

Vincere a Napoli significherebbe per Higuain ripercorrere le orme del suo connazionale Maradona, 25 anni dopo. “Trionfare qui è speciale. Ora stiamo facendo bene grazie a MAurizio Sarri,ma manca ancora tanto. Adesso pensiamo a Bergamo e a vincere contro l’Atalanta”.

Diego Armando Maradona ha realizzato con il Napoli un totale di 115 gol, miglior marcatore azzurro di tutti i tempi. “E’ un primato che mi piacerebbe raggiungere,ma per ora non ci penso perché è ancora molto lontano”.

Il futuro di Higuain al Napoli. “Ho un contratto fino al 2018 ed intendo rispettarlo.Qui mi trovo bene, la gente mi ama e questo contribuisce alle mie prestazioni. Vogliogodermi questa esperienza giorno dopo giorno.Qui a vita? Non saprei. Forse un giorno potrei decidere di andare altrove, chissà”.

Accanto ad Higuain anche Aurelio De Laurentiis e Pepe Reina. “Essere primi adesso non è importante, ma lo è essere all’ultimagiornata, a maggio”, le parole del portiere spagnolo. “La partita contro la Roma ci ha dato nuova consapevolezza. I giallorossi hanno un attacco fortissimo, ma non ci hanno mai creato problemi”.