Domani sera va in scena al San Paolo Napoli-Frosinone, ultimo atto di una stagione esaltante per la squadra di Sarri, ma che sarebbe potuta diventare storica se davanti non avesse avuto una Juventus capace di inflare 25 vittorie in 26 partite.

Gli azzurri sono chiamati a difendere il secondo posto che vale la Champions League. Servono gli ultimi tre punti contro la penultima della classe e già retrocessa per completare l’opera.

Maurizio Sarri tiene tutti sulla corda e già dopo la vittoria sul Torino ha avvertito tutti. “Non ammetto distrazioni, il rinnovo può aspettare. Aspetto questo momento da quarant’anni”.

Domani potrà essere una serata di gloria anche per Gonzalo Higuain. L’argentino è a caccia del primato di gol in campionato che appartiene a Gunnar Nordahl dal 1950.

Serve una doppietta per raggiungere l’ex attaccante del Milan, una tripletta per scavalcarlo ed entrare nella leggenda della serie A.

Dall’altra parte il Napoli troverà un Frosinone che vorrà onorare il campionato. “Vogliamo fare bella figura nella nostra ultima uscita” ha dichiarato mister Roberto Stellone, ex attaccante dei partenopei fra il 1999 ed il 2004.

Domani si chiude idealmente il primo ciclo dell’era De Laurentiis. Proprio dieci anni fa, contro il Frosinone, il Napoli disputò l’ultima partita in serie C. Domani, sempre contro i ciociari, gli azzurri potranno toccare gli 82 punti, record della storia del club.

Queste le probabili formazioni:
Napoli: Reina; Ghoulam, Chiriches, Koulibaly, Hysaj; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Higuain, Insigne
Frosinone: Zappino; M.Ciofani, Russo, Blanchard, Crivello; Frara, Gori, Sammarco, Kragl; D. Ciofani, Dionisi.
Arbitro: Celi di Campobasso