Napoli-Feyenoord 3-1 e azzurri che centrano la prima vittoria in Champions League 2017/18 dopo la sconfitta all’esordio con lo Shakhtar Dontesk. A risolvere la partita sono stati Insigne, su una bella azione in percussione centrale dopo aver soffiato palla ad Amrabat e conclusa con un rasotterra dai 25 metri, Mertens (bravo ad inserisi su un retropassaggio di Diks) e Callejon (in questo caso errore clamoroso di Vilhena).

Azzurri in vantaggio dopo pochi minuti, nella ripresa opera completata dal belga e, prima del rigore neutralizzato da Başacıkoğlu, e dall’ex Real Madrid.

Nel finale di partita, proprio all’ultima azione il gol che ha fatto infuriare Sarri: incertezza della coppia Koulibaly-Maksimovic, inserimento di Amrabt e gol del 3-1 che non pesa sulla partita, ma sulla differenza reti.

Napoli-Feyenoord 3-1

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Maksimovic, Koulibaly; Allan, Jorginho (dal 35′ s.t. Diawara), Hamsik (dal 25′ s.t. Zielinski); Callejon (dal 28′ s.t. Rog), Mertens, Insigne. (Sepe, Maggio, Chiriches, Ounas). All. Sarri.
FEYENOORD (4-3-3): Jones; Diks, St. Juste, Tapia (dal 33′ s.t. Van Beek), Haps; Amrabat, El Ahmadi, Vilhena; Boetius, Toornstra (dal 24′ s.t. Basacikoglu), Berghuis (dal 41′ s.t. Larsson). (Bijlow, Nelom, Van der Heijden, Vente). All. Van Bronckhorst.
ARBITRO: Collum (Sco)
MARCATORI: Insigne (N) al 7′ p.t.; Mertens (N) al 4′, Callejon (N) al 25′, Amrabat (F) al 48′ s.t.