Il Napoli, domani sera al San Paolo, andrà all’assalto del Dnipro nell’andata delle semifinali di Europa League.

I DUBBI DI BENITEZ

Dubbi soprattutto a centrocampo per Rafa Benitez. Alla fine lo spagnolo dovrebbe consegnare le maglie da titolare a David Lopez (favorito su Gargano) ed Inler (in pole position rispetto all’impacciato Jorginho visto contro il Milan)

In attacco, Higuain dovrebbe essere con ogni probabilità supportato dal trio composto da Hamsik-Mertens-Callejon. Poche chances da titolare per Manolo Gabbiadini.

Davanti ad Andujar, esterni saranno Maggio e Ghoulam con Albiol e Britos centrali. L’uruguagio ha definitivamente sorpassato Koulibaly nelle gerarchie.

Napoli-Dnipro può regalare agli azzurri la finale di Europa League, 26 anni dopo la vittoria della Coppa uefa nella notte di Stoccarda.

“Abbiamo una opportunità storica”, ha dichiarato Rafa Benitez in conferenza stampa “Questa squadra è un patrimonio della città. Il mio agente parlerà del mio futuro con De Lauerentiis.il presidente già sa cosa voglio”.

I partenopei conoscono gli avversari per averli già affrontati nell’edizione 2012-2013 dell’ex coppa Uefa. Era la fase a gironi e gli uomini di Mazzarri persero 3-0 in Ucraina, trovando il riscatto al San Paolo grazie ad un super Edinson Cavani, che mise a segno uno storico poker nel 4-2 finale.

DNIPRO

Gli ucraini sono arrivati ieri in città. L’allenatore Markevich usa uno schema speculare a quello del collega iberico, il 4-2-3-1. Punta centrale sarà dunque Seleznyov, risparmiato nell’ultimo turno di campionato e favorito rispetto a Kalinic. Alle sue spalle agiranno Luchkevych, Fedorchuk e Konoplyanka, quest’ultimo titolare della nazionale ucraina e probabilmente lo spauracchio maggiore per la squadra di Benitez.

I due centrali davanti alla difesa saranno Rotan e Kankava, pochi dubbi anche in retroguardia. Davanti al portiere Boyko, ci saranno Fedetskiy, Cheberyachko, Douglas e Matos.

Il Dnipro è arrivato alle semifinali di Europa League dopo un lungo cammino, iniziato battendo nei preliminari l’Hajduk Spalato. La squadra di Markevich si è poi ritrovata nel girone dell’Inter (doppia sconfitta, 0-1 in casa, 1-2 dopo essere passati in vantaggio a Milano). Passata ai sedicesimi da seconda (un solo punto in più rispetto al Qarabag), il Dnipro ha poi eliminato Ajax, Olimpiacos e Bruges.

Benitez non si fida e fa bene. “Il Dnipro è stato capace di eliminare squadre importanti, dunque ha valori da non sottovalutare“, dichiarò il tecnico dopo il sorteggio.

L’ARBITRO

Un solo precedente, ma positivo per gli azzurri con l’arbitro della gara, il norvegese Svein Oddvar Moen. Lo scandinavo arbitrò il match di Champions League tra Villarreal e Napoli nella stagione 2011-2012.

Gli azzurri espugnarono con il punteggio di due a zero il Madrigal, grazie alle reti di Inler e Hamsik. La vittoria di quella partita, ultima della fase a gironi, portò il Napoli al passaggio del turno.

NAPOLI (4-2-3-1): Andujar; Maggio, Albiol, Britos, Ghoulam; Inler, Lopez; Callejon, Hamsik, Mertens; Higuain. All. Benitez
DNIPRO (4-2-3-1): Boyko; Fedetskiy, Cheberyachko, Douglas, Matos; Rotan, Kankava; Konoplyanka, Shakhov, Luchkevych; Seleznyov. All. Markevich
ARBITRO: Svein Oddvar Moen (Norvegia)

DOVE VEDERLA

La gara prenderà il via alle 21.05.Niente diretta in chiaro, la partita sarà trasmessa da Mediaset sui canali a pagamento Premium Calcio 1 e Premium Calcio HD 2;