Dei cinque club italiani impegnati nella gara d’andata valevole per gli ottavi di Europa League, come nel caso del turno precedente con il Trabzonspor, è il Napoli che al sorteggio ha pescato la Dinamo Mosca, squadra sicuramente ostica ma non così temibile, attualmente terza nella Premier League russa dopo Zenit (avversario del Torino) e CSKA Mosca incontrata dalla Roma nella fase a gironi della Champions League. Inutile dire che una vittoria al San Paolo scaccerebbe un po’ di quei malumori sorti nell’ambiente in quest’ultimo periodo di risultati stentati e di dichiarazioni polemiche e/o poco gradite dalla tifoseria, come l’ultima da parte di Benitez nell’intervista rilasciata a France Football su una sua imminente dipartita da Napoli, suffragando quelle voci che lo vedrebbero al PSG nella prossima stagione.

Intanto a Castel Volturno, ultimata la rifinitura si pensa alla formazione anti-Dinamo con Strinic che lascerà il posto a Ghoulam mentre uno tra Koulibaly e Albiol farà spazio a Britos, chance per Mesto sulla destra in una difesa dal duplice volto: attentissima in Europa dove non incassa gol da cinque partite (l’ultimo è stato a Berna contro lo Young Boys), un po’ meno in campionato (9 gol nelle ultime sette uscite). Il turnover ragionato di Benitez per una rosa impegnata su tre fronti proporrà Jorginho e Inler sulla mediana mentre nel reparto offensivo mancherà Gabbiadini a causa di un affaticamento muscolare. Al suo posto Callejon insieme a De Guzman e Mertens con Higuain dal primo minuto e Zapata pronto a subentrare.

La Dinamo Mosca, allenata dall’ex Spartak Stanislav Cherchesov, non presenta sostanziali problemi di formazione e nel suo abituale 4-2-3-1 potrà vantare il fantasista francese Mathieu Valbuena sulla trequarti e il giovane attaccante Kokorin nel ruolo di prima punta, con il veterano Kuranyi che partirà dalla panchina.

Napoli (4-2-3-1): Rafael; Mesto, Albiol, Henrique, Ghoulam; Inler, Jorginho; Callejon, De Guzman, Mertens; Higuain. All. Benitez.

Dinamo Mosca (4-2-3-1): Gabulov; Kozlov, Samba, Hubocan, Zhirkov; Denisov, Vainqueur; Ionov, Valbuena, Dzsudzsak; Kokorin. All. Cherchesov.