Nel pomeriggio il Napoli ha ripreso gli allenamenti a Castel Volturno. La prima fase della seduta ha visto un lavoro di conduzione palla tra i paletti, susseguentemente seduta tecnico tattica e lavoro finalizzato al possesso palla. In conclusione, esercizi in palestra.

José Maria Callejon, tornato leggermente influenzato dal ritiro di Dimaro, ha fatto  solo corsa. Per la giornata di domani è prevista una doppia seduta in vista dell’amichevole che vedrà i partenopei protagonisti al San Paolo con il Paok Salonicco sabato prossimo, 2 agosto.

E proprio della partita ha voluto parlare il presidente del club azzurro, Aurelio De Laurentiis. Il patron ha rilasciato al riguardo alcune dichiarazioni molto interessanti. Lo ha fatto ai microfoni di Kiss Kiss, radio ufficiale della squadra campana.

«L’amichevole in programma il prossimo sabato avrà un significato molto importante, perché la Società invita tutti i tifosi partenopei ad una serata di fratellanza e sport in nome di Ciro Esposito, al fine di avviare un percorso di pace e solidarietà in tutta Italia e fare in modo che la sua morte non resti vana. Con la mamma, Antonella Leardi, abbiamo creato un progetto formativo intitolato “Fratellanza italiana calcio in nome di Ciro”.

Abbiamo sollecitato vari istituti scolastici di  Scampia per sensibilizzare una cultura sportiva in termini educativi  attraverso la presenza di esperti di psicologia e sociologia del calcio. A Scampia, quando sarà possibile,  manderemo anche alcuni nostri giocatori e il nostro allenatore.

L’intero incasso della serata di sabato, al netto dell’Iva e diritti di prevendita, verrà devoluto al progetto  a supporto dell’edilizia scolastica, di modo tale da poter provvedere alla manutenzione e  ripristino degli impianti sportivi delle scuole di Scampia con le quali abbiamo avviato questa collaborazione e alla creazione di strutture sportive».

(immagine di copertina e fotogallery by Infophoto)