Sono ormai diverse e insistite le voci che danno ormai per acquisiti alcuni affari che coinvolgono Napoli e Inter, primo tra tutti un presunto scambio tra Juan Jesus, che piace molto a Sarri, e Ghoulam, in uscita dal club partenopeo. Da qui alla fine del mercato, proprio contando sul fatto che non manca molto alla conclusione delle trattative, sia il Napoli che il club di Thohir potrebbero pensare a una serie di scambi di favore per accelerare i tempi e risparmiare denaro prezioso. All’Inter ad esempio interessano parecchio Mertens e Gabbiadini, ma Mancini potrebbe anche accontentarsi di Callejon. Rumors che insomma hanno un po’ stizzito – immancabilmente – il presidente del club partenopeo Aurelio De Laurentis, il quale ai microfoni di Radio Kiss Kiss ha sbottato così, minacciando addirittura querele e chiarendo la situazione del mercato del Napoli:

“Non faremo nessuna operazione di mercato con l’Inter né in entrata né in uscita e stiamo lavorando per una sorpresa, faremo un colpo entro il 31 agosto. Stiamo trattando le cessioni di De Guzman, Zuniga e di giocatori come Dumitru e Vargas che sono vecchi amori del Napoli. Per i prossimi 4 giorni la priorità sono le cessioni. Cedere non è semplice come spostare delle pedine. Mi sono molto seccato delle voci riguardanti Mertens attivate dal procuratore del calciatore, adesso vedremo come i miei avvocati potranno agire nei confronti di questo scellerato agente che mette in giro queste voci. Ho chiamato l’Inter redarguendoli per aver contattato il calciatore e il procuratore ma sia Ausilio che l’allenatore, come riportatomi da Fassone, hanno negato qualunque contatto”.

Come sempre incontenibile quando si sente provocato, il patron del Napoli ha proseguito così: “Non c’è nulla di peggio di fare mercato mentre si gioca perché nascono malumori e si finisce con il rendere meno. I procuratori devono stare calmi e capire che una volta firmato il contratto solo la società può decidere se alienarlo o rispettarlo fino in fondo. Se avessimo un campionato a 16 squadre che comincia il 1 ottobre e finisse il 30 di aprile avremmo tutto il tempo di fare mercato e preparazione adeguata. Oppure si potrebbe fare un mese di interruzione a gennaio in tutta Europa così da poter fare mercato“.

Dopodiché De Laurentiis è tornato sulla delicata questione Maksimovic rischiando di rovinare una trattativa in essere col Torino che a suo modo di vedere sta super-valutando il giocatore: “Cairo mi sta molto simpatico ma i suoi giocatori valgono un mondo e poi quando tocca a lui acquistare li valuta pochissimo. Maksmimovic non fa per il Napoli a quelle cifre, è un buon giocatore ma ho ricevuto milioni di sms dai tifosi che mi esortano a non buttare via cifre pazzesche per lui. Maksmovic può valere intorno ai 12 milioni, ha un valore tutto da dimostrare considerato che nel Torino gioca con un modulo diverso da quello che abbiamo qui con Sarri“.

A conclusione dell’intervento, il numero uno del Napoli ha espresso un parere sulla nuiva stagione che sta per iniziare: “Questo è un campionato che si è finalmente rinforzato: il Milan, il Napoli e la Fiorentina hanno nuovi allenatori. Non è detto che tutto fili alla perfezione, solo il lavoro e il sudore della maglia daranno i frutti. Sarà un campionato sicuramente più imprevedibile ed avvincente rispetto agli altri“.