Il Napoli è pronto ad accogliere il Chievo al San Paolo. Le due squadre, alle ore 18,00, saranno protagoniste dell’anticipo della 21esima giornata di serie A.

La squadra partenopea viene dallo splendido esordio in Coppa Italia e da due vittorie consecutive in campionato, ma anche dal pareggio amaro di Bologna (per la cronaca della gara leggi qui). Un punto guadagnato o due punti persi? Il risultato finale del Dell’Ara ha più il sapore di una sconfitta. Una sconfitta che brucia. Corini lo sa e proprio per questo raccomanda ai suoi uomini di fare attenzione. “Non siamo spaventati dall’idea di andare a Napoli, ma sappiamo di trovarci al cospetto di una squadra straordinaria. Ci vorrà equilibrio, tanta pazienza e dobbiamo lavorare bene insieme”, le parole del tecnico del Chievo solo qualche giorno fa. A lui fa eco Rafa Benitez, tecnico del Napoli, che proprio nella conferenza pre-partita tenutasi a Castel Volturno ha ribadito: “Dipende tutto da come interpreteremo la gara. Dipende tutto da noi” (per ulteriori approfondimenti clicca qui). Intanto sono 7 le partite giocate dal Chievo al San Paolo  tra serie B e serie A, con cinque vittorie per i padroni di casa, un pareggio ed una vittoria dei clivensi. L’ultima vittoria degli azzurri è datata 28 ottobre 2012 per il risultato di 1-0 con goal di Hamsik, e proprio lo slovacco dovrebbe partire fin dal primo minuto nella gara pomeridiana. Chissà se tenderà loro uno scherzetto. Si prevede un buona mole di pubblico a Fuorigrotta, complice anche la doppia trasferta dei campani. La gara sarà diretta da Massimiliano Irrati di Pistoia, che ha diretto gli azzurri solo una volta: precisamente in Napoli-Catania, 2 novembre 2013, terminata con il risultato di 2-1 per i partenopei.

La squadra di Benitez si presenta all’appuntamento di campionato priva di Armero influenzato (foto by Infophoto) e di Fernandez squalificato. Dunque, davanti a Rafael tra i pali dovrebbe esserci una linea difensiva composta da Maggio e Reveillere esterni, Albiol e Britos centrali. A centrocampo Jorginho (per le sue dichiarazioni clicca qui) potrebbe partire subito titolare e fare coppia con Inler, ma non è escluso che entri a partita in corso a vantaggio di Dzemaili dal primo minuto. In attacco dovrebbero vedersi Callejon, Hamsik e Mertens (quest’ultimo in ballottaggio con Insigne) dietro alla punta Higuain.

Corini arriva a Napoli con tutti i suoi uomini a disposizione. Davanti a Puggioni tra i pali, dovrebbe inserire una linea difensiva formata da Sardo, Frey, Dainelli, Cesar e Dramè. A centrocampo dovrebbero vedersi Bentivoglio, Rigoni ed  Hetemaj, in attacco la coppia Paloschi-Thereau.

Napoli (4-2-3-1): Rafael; Maggio, Albiol, Britos; Reveillere; Inler, Jorginho (Dzemaili); Callejon, Hamsik, Mertens; Higuain. All. Benitez

Chievo (5-3-2): Puggioni; Sardo, Frey, Dainelli, Cesar, Dramè; Bentivoglio, Rigoni, Hetemaj; Paloschi, Thereau. All. Corini

A cura di Maria Grazia De Chiara