Il professor Maurizio Sarri si concede nuove lezioni di modestia nella conferenza stampa che precede Napoli-Bruges, gara d’esordio nell’Europa League 2015/2016.

Maradona attacca Sarri

Il tecnico azzurro risponde alla sua maniera alle critiche di Sua Maestà Diego Armando Maradona (“De Laurentiis chiamandolo alla guida del Napoli gli ha fatto un regalo di compleanno, questa squadra gioca male ed è da metà classifica”), consolandosi con un laconico “se dice quelle cose allora vuol dire che mi conosce”.

“Lui per me rappresenta un idolo, non voglio rispondergli. Ho solo intenzione di lavorare per far sì che nei prossimi mesi cambi idea”.

Gli azzurri si tuffano nell’Europa League, c’è da dimenticare il mesto avvio in campionato: “Ho tirato fuori la sciabola per tenere lontano i ragazzi da tante voci, loro hanno bisogno di tranquillità. Nella mia carriera ho fatto anche scelte folli. Se sono qui è perché ho una certa personalità”.

Il momento di difficoltà non scalfisce la serenità sarriana: “Vivo tutto normalmente. Il nostro problema è la mancanza di continuità nel gioco, facciamo bene solo in certi momenti della partita, ma siamo a buon punto, me lo ha detto anche Maccarone, dopo la partita di Empoli”. Chissà se poi l’attaccante si è girato concedendosi una risatina.

Intanto, da segnalare la clamorosa gaffe dell’area comunicazione del club azzurro che, volendo difendere Giuntoli, ha diramato un comunicato raccapricciante, per forma e per contenuti, che ha dato il via ad un cosiddetto ‘shit storm’ sul profilo ufficiale Facebook del club campano.

“Qualche giornalista scrive che Il nostro Direttore Sportivo Giuntoli deve comportarsi meglio perché non è più al Carpi. Viene accusato di risse negli spogliatoi e di atteggiamenti irriguardosi nei confronti degli arbitri.

Due considerazioni: la prima, questi giornalisti erano negli spogliatoi, hanno visto e sentito tutto per poter valutare bene? Seconda: le innumerevoli volte in cui i loro capi redattori alzano la voce in redazione, sono sintomo di scarsa professionalità? Sono tutti capi redattori che arrivano dalle ‘categorie minori’?”.

Tante le critiche, eccone qualcuna: “Ma vi rendete conto dei comunicati che fate?!?! Nemmeno una società di terza categoria ne farebbe uno così”; “ma che comunicato è ? Fate RIDERE !”; “Mi sa che avete bisogno di migliorare un po’ il reparto addetto ai comunicati stampa”; ” State rasentando il ridicolo. Con queste uscite mi fate vergognare…società da serie D”.