All’esordio casalingo in Champions League in un girone di ferro, il Napoli (Foto by Infophoto) supera 2-1 il Borussia Dortmund vice campione d’Europa: di Higuain e Insigne i gol che regalano i tre punti a Rafa Benitez. Un successo meritato quello degli azzurri al San Paolo nonostante la troppa sofferenza patita nel finale.

Era attesissima la sfida tra Gonzalo Higuaín e Robert Lewandowski, due degli attaccanti più prolifici in campo europeo. E il Pipita non ha deluso le attese: al 29′ l’argentino firma il suo nono sigillo in Champions League battendo Weidenfeller con una perfetta incornata su cross di Zuniga. Un gol condito dalle vistose proteste di Jurgen Klopp (poi espulso) per il rientro in campo – a suo dire ritardato – di Subotic, a bordo campo per farsi medicare un taglio alla testa. Dopo un inizio timido, la formazione partenopea cresce alla distanza anche grazie all’incredibile spinta del pubblico. Il Borussia resta in 10 sul finale di tempo per l’espulsione proprio di Weidenfeller che tocca con la mano fuori dalla propria area per fermare ancora Higuain.

La gara è in discesa e al 67′ Insigne raddoppia con un gioiello su punizione che manda in delirio il San Paolo. Aubameyang ha una fiammata e centra una clamorosa traversa ma è il Napoli a sfiorare il tris con Pandev e Hamsik. Nel finale la squadra di Klopp torna a fare sul serio e accorcia le distanze grazie alla maldestra autorete di Zuniga. Il finale è tutto di sofferenza: la punizione di Reus chiama Reina al grande intervento che mette in cassaforte il risultato. Il Napoli soffre ma coglie tre punti d’oro. Un primo passo verso una qualificazione tutt’altro che scontata.

Paolo Sperati su @Twitter @Facebook