Rafa Benitez non sarà più l’allenatore del Napoli a partire dalla fine del match contro la Lazio, ultima giornata di campionato e praticamente spareggio per l’accesso alla Champions League.

Allenatori serie A: via al valzer delle panchine

Rafa Benitez ha dichiarato che nella decisione è pesata la lontananza dalla famiglia, attualmente in Inghilterra. “Nel 2013 ho firmato per un anno con opzione per il secondo. Nel momento in cui Aurelio De Laurentiis fece valere il diritto di opzione, gli spiegai che sarebbe stato inevitabilmente l’ultima stagione sulla panchina del Napoli“.

Rafa Benitez ha dichiarato che la famiglia non è stata comunque felice per l’addio al club azzurro: “E’ sempre triste quando si va via da un posto in cui tutti ti trattano bene. Ma il calcio è anche questo“.

L’ufficializzazione dell’addio non influirà sulla partita di domenica. “Voglio lasciare il Napoli in Champions League, un livello che questa città, questa squadra e questa società merita. Sono stati due anni in cui abbiamo vinto due trofei, uno di questi strappato alla Juventus, che in queste stagioni in Italia è sempre stata imbattibile. Quest’anno potevamo fdare di più, ma nella semifinale di Europa League serviva un po’ di fortuna in più,in fondo siamousciti con due gol irregolari“.

Dalla settimana prossima per Rafa Benitez inizierà la nuova avventura al Real Madrid. Lui glissa con eleganza su ogni riferimento alla nuova avventura merengue.

Adesso sono concentrato solo sul Napoli, poi, dalla prossima settimana, penseremo ad altro“.

Aurelio De Laurentiis, dal suo canto, ha ringraziato Benitez per i due anni di lavoro con il Napoli. Un biennio che il patron azzurro considera di crescita.

Abbbiamo fatto bene vogliamo confermarci su usto livello. Sbagliai a parlare di Scudetto. Quello è un obiettivo difficile da raggiungere, ma l’importante è restare su questi livelli“.

Capitolo nuovo allenatore. Chi sostituirà rafa Benitez? Aurelio De Laurentiis non dà molti riferimenti a tal proposito. “I toto allenatori non mi piacciono, ecco perché il nome lo saprete a stretto giro. Ma ho bisogno di lavorare con calma“.

Andrà via anche il direttore sportivo, Riccardo Bigon. “Avrei voluto trattenerlo,ma dopo sei anni ha deciso che è ora di assaporare un po’ di aria del nord“. In questo modo il presidente del Napoli conferma indirettamente che vogliono il figlio di Albertino in procinto di trasferirsi al Verona.

Anche in questo caso, Aurelio De Laurentiis non si sbilancia sul nome del nuovo direttore sportivo: “Per quanto mi riguarda la figura del direttore sportivo è superata. Dovrò fare delle valutazioni“.