Questa mattina il Napoli si è allenato a Castel Volturno.

I partenopei preparano il match con l’Inter, in programma sabato sera e valevole come anticipo della 35esima giornata di serie A.

Il gruppo ha svolto dapprima riscaldamento con il pallone, per poi proseguire con una seduta tecnico-tattica e chiudere con la solita partitella a campo ridotto.

Callejon ed Henrique stanno bene e rientrano nella lista dei convocati per Milano.

Non sarà della gara Fernandez, che è stato squalificato.

I convocati scelti da Rafa Benitez sono Reina, Doblas, Colombo, Revelliere, Mesto, Ghoulam, Zuniga, Henrique, Albiol, Britos, Behrami, Dzemaili, Inler, Jorginho, Radosevic, Callejon, Mertens, Insigne, Pandev, Hamsik, Higuain, Duvan.

Il tecnico, in conferenza stampa a Castel Volturno, ha ribadito di voler vedere sul campo di San Siro motivazioni e mentalità vincente, spronando i suoi ragazzi a dare il massimo.

“Quella con l’Inter è una gara importantissima. Loro vogliono andare in Europa, mentre noi vogliamo chiudere definitivamente il discorso ‘terzo posto’. Higuain può lottare per il titolo di capocannoniere. Vogliamo fare tanti punti e raggiungere il record di vittorie in trasferta. Non bisogna pensare alla finale di Coppa, per cui non farò scelte tendenti al contrario.

Mi aspetto di trovare uno stadio caldo e spettacolare. L’Inter ha giocatori di grande livello. Io non guardo a quella società con rancore: con loro non ho avuto alcun problema. Per me è acqua passata, alleno il Napoli ed è questo che conta. C’è differenza in tutto, anche negli allenatori. Mazzarri ha una mentalità diversa dalla mia, anche il suo tipo di gioco non è come il mio.

Io credo che quest’anno per noi sia stato positivo ma ci sono varie cose da mettere a posto, in primis la mentalità. Lavoreremo su tutto e in estate cercheremo sul mercato giocatori importanti che facciano al caso nostro tra ‘pezzi da novanta’ e giovani affamati in cerca di vittorie”. 

(foto by Infophoto)