Il Napoli si prepara ad affrontare in Europa League lo Young Boys. Il match, in programma nella giornata di domani, vedrà i partenopei in trasferta. Alla vigilia dell’importante appuntamento, Rafa Benitez, tecnico della compagine (foto by Infophoto), è intervenuto in conferenza stampa.

«Abbiamo sbagliato qualche partita ma abbiamo fatto tante cose positive. Mancano dei punti, avremmo potuto fare meglio, bisogna migliorare in ‘cazzimma’. La strada è quella giusta, dobbiamo mettere a posto alcune cose.

Ieri ho incontrato Antonio Conte, abbiamo parlato di Insigne, Maggio e Jorginho, di cosa fanno e del loro lavoro. Abbiamo parlato di calcio. Mi chiedete cosa ne pensi della sconfitta della Roma? Rispondo solo che il Bayern al momento è tra le squadre più forti.

Hamsik e Higuain non segnano in campionato? Hanno le qualità per farlo, presto segneranno. A noi importa che lavorino bene e che alla fine la squadra segni comunque.

Domani potrebbero giocare coloro che entrano meno in campo. Tutti vogliono dare una mano e sentirsi importanti. Sarà una gara difficile ma loro daranno il massimo. Contro l’Inter si è parlato nello spogliatoio di cosa non stesse funzionando, nella ripresa abbiamo fatto meglio. Stiamo cercando di lavorare per partire allo stesso modo dall’inizio.

Campo sintetico? Per lo Young Boys sarà un vantaggio. Hanno vinto tante partite in casa, per cui il terreno influisce. Dovremo fare attenzione e provare a vincere, poi parleremo dei numeri del girone. Abbiamo rispetto del nostro avversario.

Problemi durante il turnover? Ognuno conosce il proprio ruolo e hanno certezze. Alla fine il modulo è sempre uguale, non incorrono in problemi. Chi giocherà? Non posso dirlo, ma di certo non ci saranno Britos, Gargano e Zuniga. Non li ho convocati (ride, ndr). Inler? E’ il capitano della Svizzera, è affidabile ed un professionista. Tutti lo prendono come esempio, ecco perché è importante per noi».