Il Napoli è fuori dalla Champions League. I ragazzi di Benitez vengono eliminati dalla competizione europea più prestigiosa nonostante i 12 punti in classifica. A condannare Higuain & C. è la differenza reti, che catapulta il Napoli in terza posizione. Non era mai successo che una squadra venisse eliminata dopo 4 vittorie. A suo modo, è’ un record.

Per la qualificazione sicura serviva una vittoria per 3 a 0 contro l’Arsenal di Wenger. Una squadra che sta dominando la Premier League con 5 punti di vantaggio sulla rivelazione Liverpool. Nessuno ci avrebbe scommesso un centesimo, forse nemmeno sulla vittoria, ma al San Paolo non si passa. Non è mai successo nella storia, tra la Coppa Campioni, ai tempi di Maradona, e la moderna Champions. A Napoli non ha mai vinto nessuno, e anche i londinesi devono piegarsi.

Prima Higuain, dopo un’incursione di Armero e uno scambio veloce con Callejon, poi è lo stesso calciatore spagnolo a firmare il 2 a 0 con un pallonetto che beffa l’estremo difensore polacco dell’Arsenal. Ma il 2 a 0 non basta.

Il sogno restava in piedi solo grazie alla partita di Marsiglia, fino all’87′. Nonostante l’inferiorità numerica dell’OM, quando ad essere fuori dai giochi erano i vice campioni d’Europa allenati da Klopp, fermati sull’1 a 1 dai francesi, ma a 3 minuti dalla fine è il goal di Gorsskreutz a spegnere le speranze del Napoli e di tutti i tifosi azzurri. Arsenal e Borussia agli ottavi. Napoli in Europa League.

Solo applausi per questo Napoli. Per la mentalità, per il coraggio e per la prestazione. Un Napoli che deve rendersi conto del proprio valore, come ha sottolineato Christian Maggio a fine gara: “Ora sappiamo chi siamo e cosa possiamo fare, soprattutto in campionato“. Non cosa da poco per una squadra che in campionato stenta a trovare continuità, per insediare una Juventus, che diciamolo, proprio imbattibile non è. Vedi Istanbul.

Questa è la lezione che deve fare sua il Napoli. La consapevolezza nei propri mezzi, immediatamente da domenica prossima, contro l’Inter dell’ex Mazzarri. Ora non ci sono più scuse. Prestazioni di questo livello devono essere all’ordine del giorno.