“La squadra ha saputo lottare. Il pareggio è un buon risultato. Sono soddisfatto di come la compagine abbia tenuto il campo ma dovevamo essere più bravi nelle ripartenze. L’atteggiamento difensivo è stato solido”. Le parole di Rafa Benitez non lasciano dubbi. Il tecnico è soddisfatto del lavoro dei suoi uomini. Noi forse un po’ meno. Sembra condivisibile solo il punto di vista sul pareggio (leggi le dichiarazioni del mister nel pre-gara).

C’è da dire infatti che il Napoli nella gara contro lo Swansea non ha messo in campo la sua migliore prestazione (per la cronaca della partita clicca qui). Più volte è apparso spaccato, eccessivamente lungo e con i vari reparti distanti a creare e concedere spazi eccessivi all’avversario. Gonzalo Higuain poco supportato, l’intero reparto offensivo poco incisivo. La coppia Inler-Dzemaili a centrocampo non sembra così ben assortita, l’assenza di Behrami e Jorginho si è fatta sentire.

Ciò che è emerso principalmente, però, è stata la mediocrità della linea difensiva, che senza Albiol ha fatto rimpiangere anche Federico Fernandez. Britos molto impreciso e Reveillere poco sicuro sulla sua fascia hanno contribuito più volte ad incrementare la pericolosità dei giocatori gallesi. Di certo un plauso va a Rafael e Pepe Reina (rileggi qui le sue dichiarazioni inerenti l’impegno con lo Swansea in Europa League), quest’ultimo a lui subentrato per infortunio nel secondo tempo. I due estremi difensori sono riusciti a mantenere inalterato il risultato, per cui si può condividere l’opinione sul  pareggio, perché per ciò che si è visto ieri sa quasi di vittoria e tiene ancora aperte le porte dell’Europa League. La gara di ritorno al San Paolo sarà decisiva.

E proprio su Rafael si concentrano tutte le attenzioni. A seguito della sua sostituzione per infortunio al termine del primo tempo, sarà oggetto di valutazione medica. Molto probabile che in giornata il dottor De Nicola faccia svolgere al portiere una risonanza magnetica per sciogliere qualsiasi dubbio su un possibile interessamento dei legamenti (del resto, il giocatore ha subito una distorsione e ha dichiarato di “aver avvertito un forte dolore con il ginocchio che si è girato”).

I restanti uomini della rosa cominceranno ad allenarsi a partire dalla giornata di domani a Castel Volturno, in vista dell’appuntamento di campionato in programma contro il Genoa al San Paolo nella giornata di lunedì 24 febbraio.

Quest’oggi, tuttavia, si sono allenati Jorginho (per lui seduta completa sotto la guida del preparatore atletico Paco De Miguel) e Mesto, che ha svolto lavoro differenziato seguendo la propria tabella personalizzata.

Lavoro differenziato anche per Zuniga (foto by Infophoto), il cui ginocchio reagisce bene. Il medico sociale del Napoli, Alfonso De Nicola, ha dichiarato a Radio Crc che il problema del colombiano si risolverà se non si affretteranno i tempi. Per vederlo nuovamente in campo bisognerà aspettare.

A cura di Maria Grazia De Chiara