Bruciata la concorrenza di Napoli e Roma: l’Inter ha messo le mani su Radja Nainggolan (foto by InfoPhoto), centrocampista del Cagliari e pezzo pregiato del nostro (modesto) mercato autarchico. Come riporta Gianluca Di Marzio, domani dovrebbe arrivare l’accelerata decisiva, con l’incontro tra il direttore dell’area tecnica nerazzurra Marco Branca e il presidente rossoblu Massimo Cellino. L’accordo dovrebbe essere concluso sulla base di una consistente parte cash, 8 milioni suppergiù, e la comproprietà di due talenti della cantera milanese, Francesco Bardi e Samuele Longo, per una valutazione complessiva vicina ai 15 milioni di euro.

Proprio la questione delle contropartite è stata l’elemento decisivo per convincere il Cagliari a privarsi del suo miglior giocatore. Di Samuele Longo si parla benissimo da un paio di anni, anche se il trapianto momentaneo all’Espanyol durante l’ultima stagione non si è rivelato felicissimo: per lui solo 20 presente e 3 reti. Francesco Bardi, invece, è stato uno dei migliori della spedizione israeliana dell’U-21, conclusa con un buon secondo posto alle spalle della quasi imbattibile Spagna. Due giocatori di sicuro avvenire che consentirebbero al Cagliari di monetizzare ulteriormente, in caso di loro esplosione. E non vanno nemmeno dimenticate le origini di Nainggolan, il perfetto uomo-immagine per Erick Thohir (anche se le due operazioni non sono direttamente connesse). Quel che è certo è che Nainggolan potrebbe impreziosire come pochi altri il calciomercato nerazzurro.