Come se non bastasse la sconfitta nell’orripilante derby prenatalizio e una classifica che non augureresti nemmeno a Caligola, il Milan deve fare i conti con la dura squalifica comminata dal giudice sportivo a Sulley Muntari (foto by InfoPhoto) a causa del colpo rifilato a Kuzmanovic nelle battute conclusive della stracittadina di ieri sera. Il comunicato recita testualmente che il ghanese è stato fermato per tre giornate ”per avere, al 48° del secondo tempo, a giuoco fermo, colpito un calciatore avversario con un pugno al volto

Quello che stupisce, al di là della ben nota fragilità emotiva del giocatore, è che nessuno aveva notato il cazzotto. Le immagini televisive mostrano una forte spallata, che in diretta i telecronisti di Sky avevano addirittura definito da “giallo”. Evidentemente, l’arbitro ha visto qualcosa che è sfuggito all’occhio delle telecamere. Da qui il referto e da qui la squalifica. E da qui, immaginiamo, la necessità per il club bicefalo di acquisire al più presto un centrocampista, perché tra infortuni, squalifiche e putrefazioni non ne è rimasto più nemmeno uno degno di questo nome.