Come racconta gli episodi divertenti Mourinho nessuno mai. E d’altra parte lui è lo Special One, perciò si presta ad essere il numero uno anche quando non siede su una panchina ma è di fronte ai microfoni della stampa, l’ha dimostrato più volte anche in Italia, sin da quando si è presentato alla prima conferenza stampa come allenatore dell’Inter.

Davanti ai microfoni della Cnn il portoghese ha rivelato un aneddoto molto curioso su Mario Balotelli. Ecco cos’ha detto:

Mario era molto divertente. Potrei scrivere un libro di 200 pagine sui miei due anni all’Inter con Mario ma il libro non sarebbe una tragedia. Sarebbe una commedia! Mi ricordo un episodio, avvenuto durante la partita di Champions’ League con il Kazan.  Avevo tutti gli attaccanti infortunati. Niente Milito, Niente Eto’o. Ero veramente nei guai e Mario era l’unico. Mario era stato ammonito al 42simo minuto. Quando siamo andati negli spogliatoi, alla fine del primo tempo, ho passato 14 dei 15 minuti di pausa a parlare solo con lui. Gli ho detto: “Mario non posso sostituirti. Non ho altri attaccanti a disposizione. Non toccare nessuno. Gioca solo con la palla. Quando perdiamo la palla, nessuna reazione. Se qualcuno ti provoca, non reagire. Se l’arbitro sbaglia, non reagire. Mario, per favore…”. Al minuto 46, cartellino rosso…“.

Un episodio che ci riporta alla mente la scelta di Prandelli, che ha invece scelto di sostituire Super Mario durante la gara contro l’Uruguay, partita con cui l’Italia ha detto addio ai Mondiali in Brasile. Balo è stato sostituito proprio alla fine del primo tempo, per lui una sonora bocciatura da parte dell’ormai ex ct azzurro (leggi qui tutti i dettagli).