Il caso Salah, dopo essere stato al centro di querelle tra giocatore e società (non solo la Fiorentina, ma – di riflesso – anche Chelsea e Inter, chiamata in causa dall’amministratore viola Panerai), sembra destinato a una consensuale risoluzione. Una cosa appare con somma chiarezza, né Fiorentina né Chelsea hanno intenzione di annoverare il nome del giocatore egiziano nel proprio organico. Con la Viola Salah, non presentandosi al ritiro di Moena e visti i precedenti, ha chiuso. Il Chelsea vorrebbe scaricarlo per esubero di esterni e/o attaccanti.

A questo proposito sono state proprio le dichiarazioni di José Mourinho a gelare ogni prospettiva di futuro con I Blues per l’esterno offensivo ex Basilea. Parlando del neo-acquisto Falcao da parte del Chelsea e del nutrito parco attaccanti di Stamford Bridge sul quotidiano londinese The Observer, lo Special One ha liquidato così la questione Salah: “Salah lascerà il Chelsea perché abbiamo cinque esterni al momento, ed è meglio non averne così tanti“, aggiungendo: “Vedo il suo futuro altrove, che sia in prestito o per un’offerta che saremo felici di accettare“.

Notizie naturalmente golose per la Roma, attualmente il club maggiormente concentrato sulla trattativa per l’egiziano. Il ds Sabatini durante il weekend era a Londra per discutere di alcune cessioni (Doumbia e Ljajic principalmente) ma anche per tentare un affondo decisivo proprio per Salah. Il Chelsea vuole sì liberarsi del giocatore magrebino ma naturalmente non a condizioni troppo economiche. La Roma ha previsto un budget di 50 milioni di euro per portare a casa due attaccanti di pregio come Dzeko e Salah, la metà dei quali sarebbe destinata all’acquisto di quest’ultimo visto che i Blues chiedono una cifra pari a 25 milioni. Per quanto riguarda l’ingaggio invece il club giallorosso è pronto a pareggiare e anzi superare l’offerta dell’Inter avanzando una proposta di 3 milioni di euro annuali più bonus. Se non ci saranno ulteriori rilanci da parte dell’Inter (o di qualche altro club), l’affare Salah potrebbe anche essere in dirittura d’arrivo per il club della capitale.