Il presunto ammutinamento di alcuni senatori contro José Mourinho, svelata e ribadita da Marca, ha costretto perfino Florentino Perez a spendersi, lui che coi giornalisti non parla mai, in una conferenza stampa a difesa del tecnico portoghese. La crisi sembra parzialmente rientrata, ma in realtà le strade di Mou e dei campioni di Spagna in carica sono destinate a separarsi a fine stagione, come confermato dall’edizione odierna di “El Paìs”.

José Mourinho si è offerto per allenare il Chelsea la prossima stagione. Il mese scorso, Jorge Mendes, procuratore del tecnico, avrebbe moltiplicato i contatti con Roman Abramovich. Secondo fonti vicine allo stesso Mendes, l’agente avrebbe consigliato a Mourinho di intervenire personalmente e contattare il magnate russo per rompere il ghiaccio, dal momento che Abramovich ha iniziato a scandagliare il mercato in cerca di alternative (vedi Conte, ndr)”.

La notizia trova accoglienza anche Oltremanica, presso una sponda non meno prestigiosa, quella del Times, che ha ribadito come in effetti tra i due ex innamorati, Mourinho e Abramovich, sia in corso un fitto scambio di messaggi. Madrid non ne può più di Mourinho; Abramovich cerca adeguata consolazione dopo il voltafaccia di Guardiola; e Mou è alla caccia di una ricca panchina che gli consenta di prendersi le dovute rivincite. E i tifosi (foto by InfoPhoto) non vedono letteralmente l’ora. Gli ingredienti ci sono tutti.