Patrick Ekeng, giocatore della Dinamo Bucarest, ha avuto un arresto cardiaco durante la partita del campionato rumeno ed è crollato a terra. Il centrocampista camerunese era appena entrato in campo (7 minuti di gioco) ma durante la partita contro il Viitorul Constanta si è accasciato a terra.

Avversari e compagni di squadra si sono subito accorti che il giocatore 26enne africano aveva avvertito un malore e hanno subito chiamato l’attenzione. Anche l’arbitro è stato veloce a far entrare i soccorsi della società di Bucarest che hanno prontamente portato il giocatore al Pronto soccorso dell’Ospedale più vicino dove per più di un’ora e mezza i dottori hanno provato a rianimarlo ma non c’è stato nulla da fare.

Non è la prima volta che questo lutto ha a che fare con il mondo del calcio e non, in Italia, ricordiamo ancora lo straziante malore che ha freddato Morosini o ancora la morte di Puerta, giocatore del Siviglia, in Spagna. Morti in campo, giocando a calcio, se alcun contatto, davanti ai compagni di squadra, allo staff e al pubblico. E’ il secondo giocatore del Camerun morto sul campo, il primo fu Foe nel 2003.

Il giocatore africano era stato acquistato da poco dalla squadra di Bucarest, prima di andare in Romania giocava in Francia con il Le Mans dal 2009 al 2013 e a Cordoba, in Spagna, (2014-2016) ed era appena entrato nel giro della Nazionale maggiore.