La trattativa che dovrebbe portare l’Inter dalle mani di Massimo Moratti (foto by InfoPhoto) a quelle di Erick Thohir sembra giunta a un punto di svolta. L’ennesimo. Secondo quanto riportano diversi organi di informazione nostrani, il magnate indonesiano sarebbe arrivato a Milano nella serata di ieri, pronto a imprimere alle negoziazioni l’accelerata decisiva; eppure, a quanto risulta, per il momento nella città meneghina è sbarcato solo Garibaldi, il fratello di Thohir dal nome risorgimental-disneyano.

Che il Thohir vero sia già a Milano o meno, poco importa: vi arriverà comunque nei prossimi giorni. L’obiettivo, si sa, è quello di chiudere per il 75% delle quote societarie nerazzurre nel più breve lasso di tempo, magari prima della fine del calciomercato. Difficile, ma non impossibile. E, se l’affare dovesse concludersi positivamente in tempo utile, allora non sarebbe affatto immaginifico pensare a una sorta di regalo di benvenuto per i tifosi dell’Inter: non un top player, perché le finanze e i tempi tecnici non lo permettono, ma un colpo a effetto. Un Nainggolan, per esempio, che piace a Mazzarri quanto agli indonesiani; o magari un clamoroso ritorno.