Gli esami strumentali hanno confermato ciò che si temeva già dalla serata di ieri: Riccardo Montolivo ha chiuso in anticipo la sua stagione. Il centrocampista del Milan e della nazionale, come si legge nel bollettino medico, ha riportato “una lesione al bicipite femorale destro”. La prognosi non è ancora stata resa nota, ma in questi casi è assai improbabile un recupero prima di due-tre settimane: considerando che il campionato si concluderà il 19…

L’assenza di Montolivo (foto by InfoPhoto), probabilmente l’MVP stagionale in casa rossonera, è una mazzata per la squadra di Allegri, impegnata nella volata per il terzo posto contro la scintillante Fiorentina. Anche perché mancano le alternative: Nigel De Jong è fuori da dicembre e Ambrosini non è ancora pronto. Sul banco di Allegri rimane una duplice possibilità: spostare Muntari davanti alla difesa o ridisegnare il modulo. La prima soluzione è quella più conservativa e al contempo più rischiosa: il ghanese, gol al Barcellona a parte, quest’anno ha avuto ben pochi picchi di rendimento e in campo il suo linguaggio del corpo è spesso paragonabile a quello di un bagnante che cerca uno spazio adeguato per stendere la tovaglia. La seconda ipotesi, anche in virtù di un calendario non improponibile (Torino, Pescara, Roma e Siena), sembra quella più consigliabile: le alternative in attacco non mancano, la condizione è ottima (El Shaarawy a parte) e un 4-2-3-1 non è modulo sconosciuto alla squadra. Ci sarebbe anche una terza via, ovvero il lancio del gioiello Cristante, ma non ha molte chance.