Terza partita e terzo successo per il Montepaschi Siena nelle Top 16 di Eurolega. Questa volta, a cadere vittima dei famelici ragazzi di Banchi è stato il Khimki Mosca, che nonostante un inizio formidabile (2-16 il parziale per i russi dopo 5’), non è riuscito a contenere la graduale rimonta di Bobby Brown (20 punti per il miglior marcatore del torneo) e compagni, trascinati anche da un fantastico Tomas Ress.

Fondamentale il contributo di David Moss, autore nei primi due quarti di punti decisivi per tenere incollato il Montepaschi alla squadra di Kurtinatis. Raggiunto il primo vantaggio del match all’inizio del terzo periodo, grazie a una tripla di Janning (44-43), Siena è rimasta attaccata al Khimki fino a 2’ dal termine, in un entusiasmante sequenza di sorpassi e controsorpassi. Poi, sul 67-70, ecco due triple pesantissime di Kristjan Kangur e il layup di Hackett che regalano ai toscani il minibreak di 7-0 che alla fine si rivelerà decisivo. Nell’ultimo minuto, la freddezza ai liberi di Ress (4/4) fa il resto. Finisce 82-76, Siena resta al comando del gruppo F a pari merito con il Caja Laboral e continua la sua imperiosa, quanto sorprendente marcia verso i quarti di finale di Eurolega. Per il Fenerbahce dei grandi ex Pianigiani, McCalebb, Sato e Andersen, invece, la corsa è praticamente giunta al termine dopo la terza sconfitta filata contro il Maccabi. Soddisfazione maligna.