C’è stata una situazione di stallo, di probabile incomprensione e di non collimazione d’intenti tra Vincenzo Montella e la Fiorentina nella figura del suo presidente Andrea Della Valle. Dopo un’entusiasmante stagione conclusa al quarto posto in campionato, sfiorando per un soffio la qualificazione in Champions League e giungendo alle fasi finali nelle coppe, Montella si è preso del tempo per decidere sul suo futuro d’allenatore a Firenze. In questo lasso di tempo l’ex centravanti di Roma e Sampdoria ha potuto prendere in considerazione anche le offerte fioccanti da altri club, nazionali e internazionali ma la società viola, attraverso un duro comunicato apparso sul sito ufficiale del club, lo ha richiamato severamente alle sue responsabilità invitandolo ad affrettare la sua decisione:

“La Società è in attesa di essere messa a conoscenza della chiara posizione del Suo allenatore Montella, nel rispetto degli accordi a suo tempo presi e della correttezza finora tenuta. Riteniamo che per il rispetto che tutti dobbiamo alla maglia e ai nostri tifosi sia indispensabile definire la situazione e non si possa temporeggiare ulteriormente

In tale situazione d’incertezza, condivisa anche dalla Roma nella quale non si è ancora compreso bene se si avrà l’intenzione di proseguire con Garcia visto che l’atteso incontro a Londra tra i vertici della società capitolina e il tecnico francese non è di fatto avvenuto, il club giallorosso ha provato ad inserirsi per strappare Montella alla Viola. Per lui pronto un triennale per un ritorno di fiamma col botto che comprenderebbe un contratto di collaborazione anche per il suo staff tecnico.

Montella però per ora declina l’offerta e risponde al comunicato della Fiorentina: “Sono l’allenatore della Fiorentina e dò disponibilità per continuare ad esserlo con professionalità ed entusiasmo” rispondendo positivamente all’invito di Della Valle. Il tecnico campano si dimostra dunque pronto ad aprire un nuovo ciclo con la Fiorentina al suo quarto anno di permanenza a Firenze. Nulla di strano in fin dei contri tra un uomo e una società che hanno sempre dimostrato di andare d’amore e d’accordo. L’anomalia della cosa consiste semmai nell’aver affidato le sue dichiarazioni all’Ansa:

“Rimango sorpreso dal comunicato poiché sono mesi che stiamo parlando dei contenuti del progetto tecnico futuro. Credo che proprio in virtù del rispetto nei confronti dei tifosi e della maglia, bisognerà essere chiari al riguardo indipendentemente dalla mia presenza o meno, fermo restando che sono l’allenatore della Fiorentina e dò disponibilità per continuare ad esserlo con professionalità ed entusiasmo”

Mandando anche chiari messaggi allo stesso Della Valle sul nuovo ciclo della Viola: “Questo percorso tecnico è finito, se ne può aprire un altro ma non è detto che si possano raggiungere gli stessi obiettivi con lo stesso budget a disposizione“.