Per gli Azzurri del rugby mancano solo 2 giorni alla prima iridata di Twickenham contro la nazionale francese ma il ritiro al Surrey Sports Park di Guildford sotto la pioggerella settembrina, tipicamente inglese, nasconde un po’ di legittima ansia da debutto per questo sabato mondiale della Rugby World Cup. È possibile seguire la diretta del match, in programma alle ore 20 locali, alle 21 in Italia su Sky Sport e in differita su MTV, canale numero 8 del digitale terrestre.

Il gruppo guidato dal ct Brunel ha svolto una sessione collettiva sul campo dopo aver precedentemente lavorato per reparti, con i trequarti agli ordini di Berot e gli avanti impegnati a provare le mischie ordinate con coach De Carli, entrambi fidati collaboratori del selezionatore azzurro.

Il primo a parlare dal ritiro è stato Lorenzo Cittadini, uno dei piloni destri della Nazionale, nella conferenza stampa di presentazione del match contro la Francia. Il trentaduenne prima linea bresciano ha dichiarato che la gara di sabato avrà la sfida tra i due pack costituirà uno dei leitmotiv decisivi del match: “La Francia ha un’ottima mischia, contro di loro non sarà una partita semplice là davanti. Io ho molta voglia di riscattarmi dopo che, al 6 Nazioni, non mi ero espresso al meglio proprio in questa fase di gioco: spero di averne la possibilità”.

Poi Cittadini ha sottolineato la grande rivalità esistente tra la nazionale azzurra e quella transalpina, e come questo fattore sarà un ulteriore motivo per metterci ancora più grinta e determinazione: Tra noi e i francesi c’è sempre una grande rivalità. Per entrambe le squadre, sabato sarà la partita più dura del girone: è la prima partita dei Mondiali ma ha un peso specifico elevatissimo, è quasi uno scontro ad eliminazione diretta. Partire con una vittoria è fondamentale. La pressione c’è, per noi come per loro: ma la forza di un gruppo è anche nel saperla incanalare positivamente per andare insieme verso il risultato”.