È iniziata ufficialmente oggi la vendita dei tagliandi per i prossimi Mondiali di calcio 2014 in programma la prossima estate: un’ottima notizia, se godete di un reddito superiore ai cinquantamila euro all’anno, un po’ meno se siete il tipico brasiliano medio, con uno stipendio che non supera i 400 euro mensili. Con quella cifra, infatti, potrete a malapena permettervi un posticino in piccionaia per la finalissima del Maracanà, sempre che nel frattempo abbiate imparato ad assorbire proteine dall’aria e non dobbiate preoccuparvi di cose futili come pagare l’affitto e le bollette.

Secondo il listino-prezzi pubblicato dalla FIFA sul proprio sito ufficiale, i prezzi dei biglietti per la prossima rassegna iridata andranno da un minimo di 13 dollari per i match della fase a gironi – ma solo se siete brasiliani over 60, studenti o appartenenti alle categorie protette – fino ai 990 dollari per il posto più lussuoso per assistere alla finale di Rio. Se gli autoctoni piangono, i forestieri hanno ben poco da ridere. Un italiano, per esempio, potrà cavarsela con una settantina di euro per una delle prime tre gare, ma già a partire dai quarti di finale dovrà sborsarne almeno 125, per arrivare fino ai 330 della finale: naturalmente, se si vuole una postazione un po’ più comoda, i match di cui sopra vi verrebbero a costare rispettivamente 100, 165 e 490 euro, mentre per i sedili deluxe si arriva ai 130, 245 e 740 euro. Ma probabilmente ha ragione la FIFA, visto che nella prima ora sono arrivate oltre 80mila richieste.