Ieri sera, tramite un tweet trionfante, Michele Criscitiello ha annunciato che i Mondiali di basket di Spagna 2014, che inizieranno il prossimo 30 agosto, saranno interamente trasmessi in chiaro su Sportitalia, che ne ha acquistati i diritti in esclusiva. Una splendida notizia sia per la rediviva televisione sportiva in chiaro, che mette a segno un colpo di assoluto prestigio a poco più di due mesi dalla sua rinascita, sia per gli appassionati di pallacanestro: non ci sarà l’Italia, come sappiamo, e saranno assenti, a vario titolo, fenomeni come LeBron James, Kevin Durant, Paul George, Manu Ginobili e tanti altri, ma lo spettacolo è garantito.

Tutte e 76 le partite del Mondiale saranno dunque visibili in chiaro al canale 153 del digitale terrestre. Non è ancora chiaro come Sportitalia ha intenzione di risolvere la questione della contemporaneità: le 60 partite della fase a gironi si giocheranno tutte nell’arco di 6 giorni, e anche se distribuite lungo quasi tutto l’arco della giornata (dalle 12.30 alle 22) è inevitabile che si creino delle sovrapposizioni d’orario. L’ultima edizione dei Mondiali, quella del 2010, è stata vinta dagli Stati Uniti sui padroni di casa della Turchia.