Se i Mondiali non volete vederli tappati in casa o in casa non avete Sky e non volete perdervi nessuna gara del contestato torneo iridato, Leonardo.it vi propone una serie di locali legati al calcio e i maxischermi dover poter gustarsi le partite in città. D’altronde, da buoni italiani, il rito del pallone si celebra in compagnia. Partiamo da Milano e dai punti di ritrovo da non perdere:

Offside Sports Pub - Via Losanna 46 (angolo piazza Diocleziano)
Aperto da poco più di un anno, sforna eventi in diretta con sette schermi indipendenti, birre alla spina ed artigianali in bottiglia, e una cucina semplice a prezzi finalmente umani. Foto e gagliardetti colorano le pareti dove trova spazio un campo di calcio in erba sintetica di ultima generazione. Chi porta due pacchetti di figurine Panini o un euro indovinando chi vince i Mondiali si porta a casa la maglia dei campioni del mondo.

HoF - Piazza Piemonte  8
Il semplice bistrot a fianco del teatro Nazionale propone sport “on demand” sui cinque schermi e ospita sempre più spesso le comunità straniere che si ritrovano in compagnia per godersi il match della propria nazionale. Per i Mondiali la cucina sarà sintonizzata sulle tradizioni delle nazioni in campo. Menu a prezzi popolari.

Pogue Mahone’s - Via Salmini 1
In quello che viene definito il primo vero pub “irlandese” della città si raduna solitamente la tradizionale folla del sabato pomeriggio per vedere il calcio inglese. Ora il locale di Via Salmini lascia spazio ai Mondiali e da quattro televisori con buona visuale. Si segnalano promozioni sulle birre.

442  - Via  Procaccini 61
Lo storico raduno degli stranieri in città in zona corso Sempione propone tutti gli eventi sportivi possibili e immaginabili. Per i Mondiali, ovviamente, i sei schermi immersi nelle sciarpe di tutte le squadre del mondo. trasmetteranno solo dal Brasile. Birre e sidro presenti nel menu da gustarsi tra hamburger e patatine.

The Football English Pub – Via Valpetrosa 5
Quello di Via Valpetrosa è un classico del centro storico particolarmente affezionato al calcio inglese. L’atmosfera è da vero pub anglosassone e oltre ad hamburger e hotdog si distilla sidro e birra tipicamente british.

Numerosi, come mai finora, i maxischermi presenti a Milano:

Radio 105 Mundial Village - piazza Castello
Dal 12 giugno al 13 luglio, schermo gigante da 230 pollici nell’isola pedonale e numerosi concerti gratuiti come quelli di Tiromancino e Noemi.

Fabbrica del Vapore con (R)estate in fabbrica - Via Procaccini 4
Uno schermo di 56 mq affiancato a spettacoli teatrali e djset fino al 30 luglio con a fianco una vera spiaggia di 600 mq.

Carroponte (Sesto San Giovanni)
Immancabile il televisore gigante con il commento degli speaker di Radio Popolare.

Idroscalo (Segrate)
Il video di 50 mq permette una visione quasi balneare delle partite.

Addirittura tre i tv giganti in zona Corso Buenos Aires: piazza Oberdan, piazza Lima e piazzale Loreto per la proiezione del match inaugurale. Il tv a led gigante trova spazio anche a Casa Milan mentre la kermesse (R)Estate sui Navigli, promossa da Navigli Lombardi, ha installato tre maxischermi: Alzaia Naviglio Grande, all’altezza del Ponte di Pietra, ripa di Porta Ticinese e uno su un palco galleggiante. Tra gli intrattenimenti il ‘Mundialito’ di Allianz, il ‘Bar dello Sport’ di Sisal e la mostra fotografica dedicata ai giocatori e ai dirigenti del calcio italiano caduti durante la Prima Guerra Mondiale. Previsti anche diversi maxischermi in vari punti del villaggio del festival Latinoamericando al Forum di Assago mentre di uno schermo sarà dotato anche il Chiringuito San Siro e lo store di Eataly Smeraldo in piazza XXV Aprile.

LEGGI ANCHE

Mondiali: governo e FIFA sotto accusa per gli sgomberi forzati

Mondiali: la legge speciale Fifa tra deroghe e terrorismo

Mondiali: gli stadi e il concreto rischio elefanti bianchi

Gaffney “Il modello di business della FIFA è molto ingiusto”

Mondiali: le spese esorbitanti che la popolazione non vuole

Mondiali: un Paese che protesta per tanti e validi motivi

Tornano le proteste ma Rousseff assicura “Garantisco io”

Mondiali: la festa che non può esserci in un clima infuocato

Mondiali: aumentano le proteste “Non ci sarà nessuna Coppa”