«Casillas non avrebbe dovuto giocare. E’ stato un errore del ‘baffone’, doveva dire al portiere di restare in panchina. Non aveva fiducia. Non aveva ritmo. E sui gol si è visto. Comunque tutta la Spagna ha avuto esitazioni ».

Dopo aver polemizzato contro Blatter, aver risposto a Pelé su di un confronto tra Neymar e Messi ed aver punzecchiato il Brasile di Scolari, Diego Armando Maradona torna a parlare dai microfoni di Telesur.

Questa volta l’ex Pibe de Oro commenta la disfatta spagnola e la cocente delusione dei tifosi iberici che hanno visto la propria Nazionale, campione del Mondo in carica, uscire dalla massima competizione calcistica dopo solo due partite dal fischio d’inizio.

Una Spagna brutta, senza mordente e tenacia, quella andata in campo contro il Cile nella giornata di ieri, come confermato anche dallo stesso fuoriclasse argentino: « E’ stato un duro colpo quello con l’Olanda, credo che questi giorni non siano serviti a Del Bosque per cancellare dalla testa dei propri giocatori quanto accaduto con gli Orange ».

Complimenti invece per la Nazionale cilena che, secondo Maradona, « ha lottato alla morte su ogni pallone ».

(foto by Infophoto)