Poco più di un giorno al match con l’Uruguay dove si decideranno le sorti degli uomini di Prandelli.

Una vittoria ed una sconfitta nel bagaglio della Nazionale italiana, ma ciò nonostante la possibilità di due risultati a favore su tre per poter ambire al superamento del girone e volare agli ottavi.

Occorre necessariamente mettere in campo la migliore prestazione e contribuire ad una compattezza organica. Solo qualità e spirito di gruppo possono favorire tutto ciò, da evitare quindi ogni forma di tensione e di nervosismo anche se la pressione è alta.

Purtroppo però è proprio questo che ha caratterizzato gli ultimi giorni.

Prandelli nutre ancora dubbi riguardo al modulo, Daniele De Rossi non ci sarà per un problema al polpaccio e Balotelli  chiuso in se stesso. E’ stato un momento difficile per SuperMario, dopo la brutta gara da lui disputata contro la Costa Rica e il gol “mancato”, tanto che sembra che Chiellini gli abbia fatto da tutor.

Ma il clima poco sereno deriverebbe  da Antonio Cassano che, secondo quanto riportato da La Stampa, si sarebbe reso protagonista di una “cassanata”. L’ennesima.

Sembra che il fantasista si sia lamentato per non aver giocato nemmeno un minuto contro l’Inghilterra. Parole forti ed un bicchiere spaccato con un gesto di stizza davanti ai quali Gigi Buffon sarebbe intervenuto richiamandolo all’ordine: «Hai stufato. Calma, siamo ancora alla prima partita. Il Mondiale è ancora lungo». “Lungo” ovviamente se si dovesse superare lo scoglio ‘Uruguay’.

Tale episodio sarebbe accaduto alla vigilia del match con la Costa Rica e Cassano, ben consapevole di essere stato convocato con un ruolo non primario, ruolo in un primo momento accettato dallo stesso giocatore, avrebbe sbottato.

Tuttavia nelle ultime ore la situazione è tornata alla calma. Anche Mario Balotelli sembra essere più sereno. Ieri è stato visto parlare con il preparatore atletico degli azzurri e tramite twitter ha dichiarato in inglese: «Mi piace ridere, anche se a volte non sembra». In italiano, invece, ha fatto il tifoso come sempre: «Forza Azzurri. Sempre e comunque». 

(foto by Infophoto)