Continuano le sberle a distanza tra Daniel Pablo Osvaldo, professione calciatore, e Fabio Caressa, anchorman di punta della squadra di Sky Sport. Motivo del contendere: il rigore assegnato ieri sera al Brasile nel match inaugurale del Mondiale. L’attaccante ex Roma e Juve aveva utilizzato il suo pulpito virtuale di Twitter per dire la sua a proposito dell’episodio, dichiarandosi “contento di non far parte di questa farsa“, riferendosi evidentemente ai presunti favoritismi a vantaggio dei padroni di casa del Brasile. Il giornalista, probabilmente fraintendendo, si è messo in mezzo e da Sky ha lanciato un duro (quanto francamente non richiesto) attacco nei confronti di Osvaldo:

Osvaldo non perde mai l’occasione per dire sciocchezze, fa così da anni e anche questa volta non si è risparmiato

Caressa, questa è l’ipotesi più verosimile, ha creduto che l’attacco dell’italo-argentino fosse in qualche modo riferito alla decisione di Prandelli di non portarlo al Mondiale. Una decontestualizzazione completamente errata che ha portato l’attaccante a controreplicare con un altro tweet ancora più velenoso, come vediamo più sotto.

Cosa possiamo derivare da questa socialmediarissa? Che il cuore di Osvaldo, checché ne dica il doppio passaporto, è ancora comprensibilmente argentino. Che Caressa, con tutta la sua esperienza, dovrebbe spurgare le sue opinioni dalle eventuali acrimonie personali. E che entrambi si sono dimostrati capaci di interventi scorretti molto più duri di quello fischiato al povero Lovren su Fred ieri sera.

LEGGI ANCHE:

Spagna-Olanda, si ricomincia