Controlli antidoping in corso per i giocatori del  Costa Rica.

Al termine della gara che ha visto la vittoria della squadra di Pinto sull’Italia per il risultato di 1-0, la Fifa ha deciso di sottoporre ben sette giocatori al controllo antidoping.

Si tratta di Marco Urena, Chrstian Bolanos, Michael Barrantes, Keylor Navas, Michael Barrantes, Diego Calvo, Geancarlo Gonzalez e Bryan Ruiz.

La decisione ha fatto scoppiare polemiche da parte dei dirigenti della compagine, visto che generalmente sono due i giocatori a dover essere chiamati per tali verifiche.

Un rappresentante della delegazione costaricana ha dichiarato: « Non sappiamo se questo rientri nel regolamento, indagheremo di certo ».

Sorpreso anche il presidente della Federcalcio, Eduardo Li, che ha sottolineato: « Non capisco, a noi sette giocatori e a loro due? Non è giusto. Parleremo con la Fifa ».

Ma proprio il maggior organismo calcistico internazionale ha spiegato successivamente che solo due giocatori hanno fatto i controlli di routine, mentre i restanti cinque hanno recuperato dei test che andavano svolti prima dell’inizio della competizione, ma che non erano ancora stati effettuati.

Sembra essere tornata la calma, quindi, tra i Ticos, al contrario  della Nazionale italiana che continua a leccarsi le ferite dopo la disfatta.

La brutta prestazione messa in campo dagli uomini di Prandelli fa ancora discutere.

Il risultato è impietoso ma al contempo fortunoso: infatti, il passaggio del turno si giocherà tutto nello scontro diretto in programma la  prossima settimana con l’Uruguay.

La Nazionale azzurra può usufruire a proprio favore di due risultati rispetto alla compagine di Tabarez.

(foto by Infophoto)