Bomber italiani battete un colpo: chi farà gol ai prossimi Mondiali? Chi sarà il nuovo Paolo Rossi (o Salvatore Schillaci) pronto a deliziare la platea dei tifosi azzurri in Brasile?

Il primo nome che viene in mente è quello di un altro Rossi, Giuseppe o Pepito che dir si voglia, attuale capocannoniere della Serie A con 14 segnature, di cui 5 su calcio di rigore.

Dopo di lui, il nulla, o quasi, visto che nella rosa di Prandelli, alla voce attaccanti, troviamo solo altri due giocatori in doppia cifra, vale a dire Mario Balotelli e Alessio Cerci, entrambi a quota 10 reti.

I tre principali bomber dell’Italia vedono dall’alto i loro antagonisti, vale a dire Alberto Gilardino (9 gol), Lorenzo Insigne (appena 1 rete) e Pablo Osvaldo, che in questa stagione ha segnato 3 reti con il Southampton, prima di passare alla Juventus.

Il problema c’è, inutile negarlo, visto che nella classifica della Scarpa d’Oro gli azzurri sono lontanissimi dalle prime posizioni.

Il solo Rossi è nella Top Ten di una classifica che è guidata dall’uruguaiano Luis Suarez (nostro avversario, 23 acuti con la maglia del Liverpool), seguito dal portoghese Cristiano Ronaldo (22) e dallo spagnolo Diego Costa (21).

Nei primi dieci troviamo anche un inglese, Daniel Sturridge, del Liverpool, pure lui nostro rivale nel girone d’esordio al prossimo Mundial.

Curioso come uno degli italiani più prolifici, Graziano Pellè del Feyenoord (18 reti in Olanda) non abbia mai avuto la sua occasione.

Altri italiani dal gol facile sono Domenico Berardi (Sassuolo), Ciro Immobile (Torino) e Luca Toni (Verona): difficile che riescano a strappare un posto tra i 23.

EPPURE LA SERIE A 2013-14 E’ PROLIFICA…

IL MISSILE DI BALOTELLI AL BOLOGNA

Foto: Infophoto.