Neanche il tempo di inaugurare il Mondiale per Club 2016 che vengono annunciati i progetti in cantiere.

PROPOSTE DI CAMBIAMENTO

L’edizione di quest’anno inizierà fra pochi giorni, l’8 dicembre in Giappone. Sette squadre, provenienti da ogni continente, contenderanno al Real Madrid il titolo iridato. “Blancos” che alla griglia di partenza sono i naturali favoriti, viste le stelle su cui possono fare affidamento. Lo spettacolo sarà probabilmente grandioso, eppure formula e periodo sono migliorabili secondo il presidente della Fifa. Gianni Infantino racconta alla Gazzetta dello Sport la sua idea:”Quello di oggi ha una formula complicata, poco coinvolgente. Lo vogliamo organizzare d’estate, dal 10 al 30 giugno, con le 32 squadre migliori del mondo”.

COPPA DEL MONDO

Infantino svela inoltre il nuovo progetto a cui stanno lavorando Boban e Van Basten: “Meglio tournée stancanti, aerei, fusi orari da smaltire, o un torneo unico con i club più forti? Tutto passa per la salute dei giocatori che poi dovranno riposare, ma riusciremo a trovare la formula giusta”. Confermata la richiesta a Maradona e Figo di lavorare alla Fifa e poi torna a parlare della sua idea di una Coppa del Mondo a 48 squadre: “16 qualificate direttamente, le altre 32 ai playoff la settimana prima del via, nella stessa sede. In una partita secca può succedere di tutto”.

MOVIOLA

Il numero 1 della Fifa fa anche il punto sulla Var, la chiaccherata moviola in campo: “Non risolve tutto, molte situazioni sono da interpretare. Ma dà la sicurezza che non ci saranno più decisioni gravi, e sbagliate, che compromettono una partita. Il flusso di gioco non soffre: si decide in 3 secondi. Ora dobbiamo trovare il modo di comunicare al pubblico che la decisione è stata presa con la moviola. Credo che nei campionati nazionali la useranno dalla prossima stagione. E l’obiettivo è Russia 2018″.