Invece di importare dall’Inghilterra inezie quali gli stadi di proprietà, le strategie di marketing e la lotta agli hooligans, abbiamo pensato bene di prelevare da Oltremanica il maniacale interesse per le Wags (Wifes And Girlfriends), ovvero le compagne dei calciatori. E siccome i tabloid e Alfonso Signorini non bastavano più a soddisfare i nostri pruriti, ecco che per i Mondiali brasiliani è stata approntata una app dal nome eloquente: WagsApp.

Tramite questo avveniristico microwidget, ci sarà possibile ficcanasare in tempo reale nell’intrigante esistenza di una fotomodella a traino di uno sportivo milionario, spulciandone i tweet che verranno embeddati all’interno dell’app e, naturalmente, salivando sui suoi migliori scatti. Non solo: potremo anche votare la nostra Wag preferita e schierarla in campo in una sorta di Top 11 ideale; i più audaci tra noi potranno anche azzardare un approccio, approfittando del fatto che il partner starà giocando a pallone con gli amici. Tutte le Wags sono ordinatamente intruppate per nazionalità e club di appartenenza (del compagno), un po’ come accade per l’etichettatura dei prodotti alimentari.

WagsApp, come si legge nel comunicato stampa orgogliosamente diffuso, è stata ideata e sviluppata da L&GApp, una società romana “composta da sole donne”, una disinvolta paraculata per evitare le ovvie accuse di maschilismo e donnaoggettismo – concetti mutevoli, si sa, un po’ come le fidanzate dei calciatori.

LEGGI ANCHE:

Il programma completo dei Mondiali

Dove vedere i Mondiali in chiaro

La squadra di Sky per la Coppa del Mondo