Non è finita neanche per il Milan col countdown che segna -11 alla fine di questo straripante – per i club italiani – mercato estivo. E figuriamoci se con uno come Adriano Galliani che ci ha sempre abituato a botti clamorosi last minute possiamo considerare chiuso il mercato a 11 giorni dalla conclusione, praticamente un’eternità. Già ballano le quotazioni per Ibrahimovic sì, Ibrahimovic no, ma quest’anno in Casa Milan c’è un uomo mercato in più, che non sarà Roberto Mancini ma come il tecnico jesino si fa rispettare e accontentare quanto basta. Così, dopo l’affaire Romagnoli, Sinisa Mihajlovic ha accampato una nuova pretesa per completare quel bel mosaico che si va via via componendo per la stagione 2015-2016. Il suo nome è Roberto Soriano.

Mihajlovic lo vorrebbe fortemente come rinforzo di un centrocampo che necessita di muscolarità e qualità fuse in un solo giocatore. Finora Bertolacci e Bonaventura hanno convinto il tecnico serbo, Poli e Montolivo un po’ meno, mentre Nocerino e Mauri sono listino in uscita e Soriano sarebbe l’uomo giusto da poter eventualmente sfruttare come jolly sia nel ruolo d’interno in un centrocampo a tre sia come trequartista in uno schieramento 4-3-1-2. Un po’ come fece lo stesso Mihajlovic lo scorso anno con la Sampdoria quando con la partenza di Gabbiadini lo piazzò dietro le punte Eto’o e Muriel. Un ruolo forse non naturale per il centrocampista nato a Darmstadt e cresciuto nelle giovanili del Bayern Monaco, quando sognava di emulare le gesta del suo idolo Schweinsteiger, ma che ha saputo farlo suo a suon di assist visto che il doriano ne ha confezionati una cinquantina nella sua carriera in blucerchiato.

Il Milan nel frattempo ha ufficializzato la sua offerta di 10 milioni di euro che pareggia i conti della richiesta della Sampdoria inserita nella clausola rescissoria del contratto di Soriano. Il primo ostacolo però è rappresentato dalla modalità di pagamento perché il Milan vorrebbe dilazionare in 2/3 anni mentre Ferrero vorrebbe ottenere la cifra cash in un’unica soluzione senza possibilità di spalmarla nel tempo. A breve è previsto un incontro tra i vertici delle due società così come tra Galliani e l’agente del giocatore Manuel Montipò.